Continua l'incubo di Brandy

E’ stata presentata una seconda denuncia contro Brandy. La cantante, al centro di una controversia legale per un incidente stradale da lei provocato lo scorso 30 dicembre 2006 (vedi News), si è vista recapitare dei nuovi documenti processuali dall’avvocato dai figli della donna morta in quell’incidente, i quali l’accusano di negligenza e responsabilità diretta nella morte della loro madre. Brandy, 27 anni, stava guidando la sua Land Rover sulla Interstate 405 lo scorso 30 dicembre 2006, quando ha tamponato violentemente la Honda guidata dalla vittima Awatif Aboudihaj, 38 anni. La Aboudihaj ha quindi colpito un altro veicolo prima di sbandare ed essere poi investita da un auto proveniente dal senso opposto. Il mese scorso i genitori della donna deceduta nell’incidente hanno chiesto 50 milioni di dollari di danni alla cantante (vedi News).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.