Comunicato Stampa: Sergio Cammariere ospite a Radio1

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

SERGIO CAMMARIERE
< LIVE A VILLAGE

MARTEDÌ 12 DICEMBRE 2006

ORE 13.33.

Martedì 12 dicembre Village (Radio1, ore 13.33, condotto da Silvia Boschero) ospita in diretta il live di Sergio Cammariere, voce e pianoforte. Occasione: la presentazione del nuovo album “Il pane, il vino e la visione”.

Cammariere torna dopo due anni dalla pubblicazione del suo ultimo lavoro “Sul Sentiero” e numerosi riconoscimenti, con un nuovo album ancora in coppia con il fidato paroliere Roberto Kunstler. È lo stesso autore crotonese a spiegarne i dettagli: “Il senso de Il pane, il vino e la visione sta nell’esaltazione delle cose semplici e nella forza del sognare che è la forza di credere, la voglia di sperare, partendo dalla consapevolezza semplice e sincera dei propri sentimenti. Potrei azzardare che si tratta di un viaggio in infinite dimensioni, tanto quanto è universale il proprio sentire. Il bisogno di raccontare una storia, che sia la mia o quella di un personaggio immaginario. Diciamo, un disco che cerca di parlare a tutti dell’unico modo che ci resta per superare le differenze di cultura, razza e religione… l’amore è amore, lo si può declinare in infiniti modi, ma resta solo e semplicemente questo, amore. E come la Musica in sé non ha barriere, può suggerire emozioni diverse, ma non si ferma alle frontiere, non ha problemi di passaporto o lingua. La musica, così come l’amore, è ovunque e soprattutto, è la mia vita”. Scritto anche in collaborazione con Pasquale Panella, il disco vede la partecipazione dei suoi musicisti di sempre: Fabrizio Bosso, astro nascente del jazz alla tromba, Luca Bulgarelli al contrabbasso, Amedeo Ariano alla batteria, Nicola Stilo ai flauti, Bebo Ferra alle chitarre, Simone Haggiag alle percussioni, Olen Cesari al violino e l’Orchestra d’Archi, sempre diretta dal Maestro Paolo Silvestri. Ma anche la presenza di grandi musicisti della scena jazz e della musica internazionale come Stefano Di Battista, Roberto Gatto, il più grande batterista jazz italiano, Arthur Maya al basso elettrico e Jorginho Gomez alla batteria, musicisti di spicco della scena musicale brasiliana.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.