I Gay Dad minacciati con i mitra

Brutta avventura per i Gay Dad, il chiacchierato gruppo inglese capitanato da Cliff Jones, ex giornalista musicale. Pochi giorni fa, recatisi a Beirut per girare il video del loro nuovo singolo, “Oh Jim”, sono stati improvvisamente circondati sia dalla polizia sia, addirittura, da un reparto dell’esercito libanese. I militari, minacciandoli con i mitra, hanno loro imposto di fermare le riprese immediatamente. La troupe, sbigottita perché in possesso di tutti i necessari permessi, ha ovviamente obbedito. Secondo la versione di Cliff Jones, la ripresa del video è ripartita solo dopo concitate trattative ed una generosa mancia elargita alla truppa. Il singolo uscirà il prossimo 26 luglio; sul “lato B” vi saranno tre inediti, e cioè “UVA”, “Lieb ist fur immer” e “Bingo nation”, più la versione demo del brano finora più conosciuto del gruppo, “To Earth with love”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.