Concerto per Jimmy Rogers a Montreux

Su "La Stampa", Marinella Venegoni parla di Jimmy Rogers, «che fu membro della band di Muddy Waters e soprattutto il primo a usare la chitarra elettrica nel Chicago Blues. Da due anni l’autore di tante bellissime canzoni, che era vissuto sempre malaticcio, se n’è andato; ma l’industria aveva già pensato di onorarlo e ora il ricordo scoppia con iniziative che riportano in alto il nome del blues, genere ormai obsoleto perché legato ai sentimenti più profondi e alla semplicità, e anche perché recalcitra alquanto a farsi drogare con tecnologia e pasticche. La prima idea è stata dunque un disco, "Blues Blues Blues", registrato con Rogers ancora vivente, dove alcune rockstar ripercorrono in sua presenza un mondo da non dimenticare; la seconda è una "Jimmy Rogers Band", una sorta di supergruppo composto in gran parte di gente che aveva suonato con lui. E l’altra sera qui al Montreux Jazz Festival è stata festa grande, perché il manipolo si è allargato in un "super-super gruppo" di cui ha fatto parte una tantum una ulteriore manciata di superospiti, e tante vecchie glorie insieme forse non s’erano mai viste. C’era Van Morrison lo scontroso (...) c’erano poi Stephen Stills (accoppiato in eterno a Nash e qualche volta a Crosby), Chris Rea, il venerando Taj Mahal, il giovane virtuoso non vedente Jeff Healey. Presentava addirittura un tycoon della discografia, Ahmet Erteggun che ha messo insieme il progetto. Ne è uscita una serata memorabile, di caldissima atmosfera, con molta improvvisazione e allegria tesa, in una sorta di gara reciproca al migliore rendimento».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.