Salta la data di Milano di The Game?

Salta la data di Milano di The Game?
E’ stata fissata per il 12 dicembre prossimo la data del processo a The Game. Il rapper, arrestato giovedì scorso per essersi finto poliziotto in borghese, dovrebbe tenere un concerto al Rolling Stone di Milano il proprio il 12 dicembre. The Game (vero nome Jayceon Taylor), stava abbandonando in tutta fretta il teatro dove si registra il programma tv “The late show with David Letterman”, quando - insieme ad un paio di persone del suo entourage - ha preso un taxi dichiarando di essere un poliziotto sotto copertura in una fase d’inseguimento. L’artista avrebbe quindi ordinato all’autista di ignorare i semafori rossi e i limiti di velocità. Dopo 13 isolati, i poliziotti veri sono riusciti a bloccare l’auto e ad arrestare il rapper. Jeffrey Lichtman, avvocato di The Game, ha definito come "ridicole” le accuse rivolte contro il suo cliente, sottolineando che invece è stata a suo parere la polizia ad inventarsi tutto: "E’ ormai nota l’esistenza di una task force anti hip hop. The Game è stato controllato a vista da almeno una dozzina di persone durante la sua permanenza a New York, in attesa di una buona occasione per affibbiargli qualche assurda accusa". The Game ha sottolineato che il tassista parlava inglese a malapena e che probabilmente ha frainteso le sue parole, prendendo poi a guidare in maniera sconsiderata. Il rapper partirà con il suo tour europeo il prossimo 4 dicembre da Manchester per chiuderlo il 22 a Berlino. Non è dato sapere se questo ennesimo problema con la giustizia influirà sulla presenza dell’artista nel vecchio continente, né se egli subirà delle conseguenze qualora non dovesse presentarsi in tribunale per onorare il suo impegno con il pubblico italiano.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.