‘Amar es combatir’ dei Manà: ‘E’ un disco versatile ispirato al sole e al mare’

Verrà pubblicato contemporaneamente in quaranta paesi in tutto il mondo (USA, Brasile, Argentina, Costa Rica, Chile, Venezuela, Ecuador, America Centrale) il nuovo album dei Manà dal titolo “Amar es combatir”, in uscita in Italia il prossimo 29 settembre. “’Amar es combatir’”, spiega Fher Olvera, cantante della band messicana, “significa ‘amare è combattere’ ed è una citazione del Premio Nobel messicano alla letteratura Octavio Paz. Sulla copertina dell’album è presente una ragazza, ritratta dalla vita in giù, con una rosa in mano, l’arma con cui si dovrebbe combattere. E’ una ricerca dell’amore, ma anche la consapevolezza che si nasce, si vive e si muore combattendo”.
Il disco arriva a quattro anni di distanza dall’ultimo album della band, “Revoluciòn de amor”, che contiene il brano cantato in collaborazione con Zucchero dal titolo “Eres mi religiòn”.
Anche per questo nuovo progetto discografico i Manà si sono avvalsi della collaborazione di un artista noto al grande pubblico, il cantante dominicano Juan Luis Guerra: “Ci ha sorpresi sia come artista che come uomo”, ha dichiarato la band, “Non è un artista che di solito fa duetti, ma quando ha sentito il brano ‘Bendita tu Luz’ gli è piaciuto subito ed è venuto a Miami a registrarlo”.
Un’altra persona che ha collaborato alla realizzazione dell’album è Thom Russo, ingegnere del suono già al lavoro con Audioslave, Macy Gray, Michael Jackson ed Eric Clapton: “Le registrazioni di questo album”, spiega il gruppo, “sono state molto diverse rispetto a quelle del disco precedente. Abbiamo cambiato studio di registrazione e collaboratori. ‘Amar es combatir’ è stato registrato presso The Hit Factory/Criteria Recording Studios di Miami, con un’atmosfera e un’ambientazione molto rilassanti. Scrivevamo i testi delle canzoni in una stanza di albergo che aveva una finestra sull’ocenao. Per questo è un disco che parla di sole, di cielo, e che cattura tutta la nostalgia dell’oceano. E’ un insieme di brani”, ha aggiunto il cantante, “che danno vita ad un disco molto versatile. Ci sono influenze reggae in pieno stile Bob Marley, dinamiche alla Beatles, e ritmi latini come la bachata e il cha cha”.
I Manà saranno in concerto in Italia il prossimo anno, e durante la conferenza stampa accennano a qualche data: “Probabilmente suoneremo a Bologna, Milano, Roma e Napoli. Ci piace molto esibirci dal vivo”, ha aggiunto la band, “Cerchiamo di mettere tutta l’energia che abbiamo durante i concerti, ed è per questo che molti ci apprezzano di più dal vivo”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.