Comunicato Stampa: Pay presentano 'Federico Tre e il destino infausto'

Comunicato Stampa: Pay presentano 'Federico Tre e il destino infausto'
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

PAY

FEDERICO TRE
“E IL DESTINO INFAUSTO”
Punk Rock Opera tragicomica in due atti.
Prima rappresentazione scritta, interpretata e musicata dai PAY
Con loro, eccezionalmente sul palco FREAK ANTONI degli SKIANTOS nella parte di Federico Tre

SABATO 18 FEBBRAIO
ALCATRAZ MILANO
COSTO : 12 EURO
INIZIO ORE 22:00

I cittadini di un piccolo staterello disperso da qualche parte nel mondo, subiscono da oramai troppi anni la tirannia del perfido Federico Tre, in questa loro prima rock opera i Pay, in compagnia dei numerosi ospiti del disco, vi narreranno la storia di un eroe, di uomini che resistono, di amori, di spacciatori improbabili, di marinai russi, di diavoli e di frecce scagliate dritte in mezzo al cuore.

“Federico Tre e il destino Infausto” in questa prima rappresentazione digitale viene interpretata da:
Roberto”Freak”Antoni nella parte di Federico Tre
Alberto Camerini nella parte del dott. Feelgood
Monsieur Olly Shandon nella parte del servitore di Federico Tre
Metius STP nella parte del Diavolo
Numantini nella parte del coro dei ribelli delle montagne

Altri musicisti hanno suonato tra i quali Fabio Treves, Massimo Martellotta (Eugenio Finardi), Mox Cristadoro (Furious Party) e molti altri ancora.

Il disco è stato registrato e prodotto da Olly (Shandon) e PaY, mixato al West Link di Pisa, prodotto da Punkrocker’s autoproduzioni e da Venus.

Questa storia anacronistica tratta ironicamente l’attualissimo tema del potere e la comunicazione
I PaY attualmente sono:
mr.Grankio, mr.Pinguino, Operaio del RnR L, Operaio del RnR F

CronologicaMENTE
…nel 1998 esce il primo cd “Potevate Anche Ynvitarci” (distribuzione White&Black) che si esaurisce in pochi mesi, per poi essere ristampato successivamente diverse volte; partecipazioni eccellenti: il Maestro Danilo Fatur ex CCCP Fedeli alla Linea e Noyse, chitarrista dei Punkreas.
…è il e 1999 viene pubblicato lo split dell’aMMore: un 7” trasparente condiviso (un lato per gruppo) con le Pornoriviste. …nel 2001 è la volta di “Provate Ammore Ynutile”, lavoro compatto e digitale del trio (distribuzione Venus); anche in quest’occasione molti illustri ospiti: Rocco Tanica degli Elio e le Storie Tese, SuperLove dei Julies Haircut e Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti.
…nel gennaio 2003, esce “The Very Best of the Rarities of the Origin of the Band – Una Raccolta di Successi dei PAY” la prima raccolta ufficiale di successi, rarità, reinterpretazioni, videos e quant’altro dei PAY (come sembra suggerire il titolo); il disco è licenziato da Ammonia V2 con la distribuzione Sony, edizioni BMG; … nello stesso anno, in contemporanea al disco, viene girato (e autoprodotto) il primo video ufficiale, ma che video…..il primo cortometraggio ufficiale di PAY: “Un Bel Cervello Colorato”.
…durante il 2003, esce il secondo singolo con relativo video: “Credo che Vi Ammazzerò”. 2005; è tempo di rock opera….

R’n’R’ ShOwS
…bisognerebbe concludere raccontando i concerti dei PAY!
Non solo esibizioni live dei loro brani, ma in realtà veri e propri atti tragicomici all’insegna del Rock’n’roll, dell’aMMore, dell’avanspettacolo e soprattutto dell’ironia.
Durante i loro spettacolini i PAY non mancano di stupire sempre il loro pubblico, con la loro distaccata tragicomicità, con i loro autoscatti dell’aMMore, i loro messaggi di pace & R’n’R, palloncini e uccisioni gratis per tutti, fuoco&coriandoli a volontà, ma soprattutto i classici, immancabili, indispensabili, insostituibili………..………………..Operai del RnR !!!! Gli Operai del RnR (i servitori del progetto PAY), insegneranno al pubblico come comportarsi in un vero R’n’R’ ShOwS dei PAY e come interagire con la band.
I tours per supportare le uscite discografiche hanno portato il trio a suonare con un sacco di amici (Danilo Fatur, Persiana Jones, Punkreas, Afterhours, Verdena, Vallanzaska, Burning Heads, Shandon….), a partecipare a diversi festival con altri “amiconi” (Dog Eat Dog, NOFX, Lagwagon, Shelter, H2O, GBH), ma soprattutto a condividere il Tour italiano dei Tre Allegri Ragazzi Morti
Cosa aggiungere se non: ogni sera uno spettacolo unico ed irripetibile che richiede la partecipazione di un pubblico evidentemente yntelligente!

Il barattolo dell’ammore
…Si potrebbe raccontare tutto questo MA, tutto è questo è poco o nulla, rispetto a ciò che i PAY hanno fatto con l’arrivo del nuovo millennio! Nell’anno 2000 nasce il Barattolo dell’aMMore!!
Il barattolo d’ammore è il primo ed unico oggetto di design ynutile mai prodotto da una punkrockband italiana (e non): ispirato alla celebre versione del Campbell’s Soup di Andy Wharol, il barattolo d’ammore, oltre ad essere un contenitore di aMMore, diventa il più semplice mezzo di autofinanziamento della band!!! Il 14 febbraio 2003 il barattolo dell’aMMore viene (per l’ennesima volta) ristampato con una nuovissima veste che entusiasma le folle, e che si esaurisce in pochi mesi!!!!
Su www.amore.net si possono trovare veri e propri autoscatti con i barattoli, che ritraggono tutte le persone che voi possiate immaginare: dai fans dei PAY a Enrico Bruschi, dai Pooh ai Queen of the Stone Age…..visitare www.ammore.net per credere!
E ricordatevi, un barattolo d’aMMore….è per sempre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.