Bocelli pessimista sulla ‘canzone d’amore’ moderna

Bocelli pessimista sulla ‘canzone d’amore’ moderna
Secondo quanto riportato dal Times, Andrea Bocelli avrebbe dichiarata morta la canzone d’amore, uccisa dal consumismo, commentando che “ci troviamo in una grave crisi della creatività e concludendo: “Sono state scritte milioni di canzoni ma alla fine ci sono solo sette note”. La ferale considerazione del tenore ha alimentato uno scontro a distanza col suo giovane rivale Vittorio Grigolo che proprio attraverso le pagine del Times non risparmia colpi bassi a Bocelli, accusandolo di aver perduto l’entusiasmo degli inizi. “Bocelli si è dimenticato dei semitoni”, ribatte Grigolo. “Non ci sono limiti della musica”. E con riferimento alla pop music contemporanea Grigolo aggiunge: “Le melodie di Keane e Robbie Williams sono all’altezza dei classici”.
(Fonti: Corriere della Sera, La Repubblica)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
21 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.