A proposito di numeri uno in classifica del tutto improbabili...

...la storia dello strumentale "Duelling banjos"
A proposito di numeri uno in classifica del tutto improbabili...

Il film "Deliverance" - in Italia distribuito con il titolo "Un tranquillo weekend di paura" nel 1972, tratto da un racconto di James Dickey, e diretto da John Boorman e interpretato da Burt Reynolds, Jon Voight, Ned Beatty e Ronny Cox - racconta di quattro amici che vanno in Georgia per una vacanza in canoa (e che non troverano la tranquillità che auspicavano).

In una delle scene, uno dei quattro (Ronny Cox) e un abitante del luogo (Billy Redden) duettano su un brano country&western.
Quel brano, nell'occasione intitolato "Duelling banjos", nel film non è in realtà suonato dai due attori, che si limitano a fingere imbracciando gli strumenti (una chitarra e un banjo, a dispetto del titolo); la registrazione originale si deve a Steve Mandell (chitarra) e Eric Weissberg (banjo).
Il brano era stato scritto nel 1954 da Arthur “Guitar Boogie” Smith con il titolo “Feudin’ Banjos", e l'autore l'aveva registrato l'anno seguente insieme al banjoista bluegrass Don Reno. 

La sua prima esecuzione pubblica avvenne nel 1963, nello spettacolo televisivo "The Andy Griffith Show", da un gruppo che in quell'occasione si fece chiamare The Darlings, ma che in realtà erano i Dillards.
 

Il bambino sullo sfondo è Ron Howard, poi Richie Cunningham in "Happy days", poi regista di successo.

La registrazione di Weissberg e Mandell uscì su disco Warner Bros. Records e entrò in classifica il 6 gennaio del 1973, salendo rapidamente fino a raggiungere il numero uno su "Record Word" il 17 febbraio; il brano vinse il Grammy per il miglior strumentale country. Nella classifica inglese non salì più su della posizione numero 17.

L'autore del brano, Arthur Smith, vinse una causa perché la produzione cinematografica l'aveva usato senza chiedere l'autorizzazione.

Steve Mandell è morto il 14 marzo del 2018. Eric Weissberg è morto il 22 marzo del 2020.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.