Carlo Verdone ricorda Jim Morrison e i Doors

L'attore e regista romano ritiene "Light my Fire" una delle più belle canzoni che siano mai state scritte
Carlo Verdone ricorda Jim Morrison e i Doors

L'attore e regista Carlo Verdone ha ricordato al taccuino di Ilaria Floris di Adnkronos, a cinquanta anni dalla scomparsa, che cade nella giornata di domani, 3 luglio, il frontman dei Doors Jim Morrison "Una volta, quando stavo a Parigi sul set di 'Posti in piedi in Paradiso' (film di Verdone del 2012, ndr), sono andato a visitare la tomba di Jim Morrison e devo dire la verità: una preghiera gliel'ho detta. Gli ho detto grazie, perché mi hai dato i momenti più belli della mia giovinezza. Però, sei stato uno stronzo a prendere tutte quelle droghe, perché non servivano: eri bravo uguale".

Ricorda ancora il 70enne uomo di spettacolo romano: "Io interpretavo il ruolo di uno che aveva un negozio di vinili. E portavo mia figlia, che nel film stava a Parigi, a visitare la tomba di Jim Morrison per portargli dei fiori. All'ultimo minuto però, il cimitero non ci ha dato l'autorizzazione perché la famiglia aveva chiesto un po' di riserbo, dato che la tomba è ormai una vera e propria installazione meta di tantissimi. Il finale non fu come lo volevo, ma la visita alla sua tomba la ricordo molto bene".

Carlo Verdone poi si lancia in una descrizione di quello che è stato uno degli eroi musicali della sua gioventù: "Lui era un timido, per lui era una cosa terribile salire sul palco, infatti si drogava, usciva fuori di testa. Ma era un ragazzo che leggeva moltissimo, amava la letteratura, conosceva Ginzberg, Kerouac, tutta la Beat Generation e ha sviluppato un senso della scrittura e della poesia molto fine. I suoi testi sono molto belli. Purtroppo aveva scritto nel destino che doveva morire così presto. Era sensuale, era violento, era folle e soprattutto aveva un grande fascino, il fascino dell'autodistruzione".

Tra i ricordi di Verdone anche quello della prima volta che ascoltò i Doors: "Quando ascoltai il primo album, 'The Doors', che mi aveva portato un amico dall'Inghilterra rimasi folgorato da due canzoni, 'Break on Thru' e 'Light my Fire', che considero tutt'oggi una delle dieci canzoni più belle che siano mai state scritte. E' una canzone nata da un errore del chitarrista Robby Krieger, che anziché prendere un accordo ne aveva preso un altro. Ed ha intuito che quell'accordo, che mi pare fosse un 'fa', fosse l'inizio di un capolavoro, 'Light my Fire'".

La musica è una delle grandi passioni del regista che, come un fiume in piena, a proposito di errori nella storia della musica sposta il focus sui Pink Floyd, altra sua grande passione: "Nascono spesso da involontari errori, come anche 'Shine On Your Crazy Diamond' dei Pink Floyd, che nacque da un errore di David Gilmour, che sbagliò e nacque così quell'arpeggio meraviglioso". E chiude ancora sui Doors, con un velo di malinconia: "C'è un senso di tristezza latente in tutta la discografia dei Doors, ed è questo forse che rende così affascinante la loro opera. Come artista non direi che mi ha ispirato, ma ha reso la mia giovinezza più felice".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.