Bowie: dipinto buttato in discarica, venduto all'asta per oltre 100mila dollari

Il quadro, intitolato DHead XLVI, era stato acquistato per 5 dollari canadesi da un privato.
Bowie: dipinto buttato in discarica, venduto all'asta per oltre 100mila dollari

Un'opera di David Bowie a tutti gli effetti, autenticata da Andy Peters, uno dei più noti collezionisti dell'artista, era stata abbandonata in una discarica in Canada, poi ricomprata per cinque dollari da un privato a una vendita di beneficenza e infine rivenduta all'asta  per 108.120 dollari canadesi (circa 88mila dollari Usa e 73mila euro) dalla casa Cowley Abbott di Toronto. Sul retro c'è la firma, la data di realizzazione (1997) e un'etichetta con descrizione del dipinto come "acrilico e collage di computer su tela". 

Il quadro, intitolato DHead XLVI, fa parte di una serie di 47 dipinti creati tra il 1995 e il 1997, chiamati Dead Heads o D Head. A causa della numerazione del dipinto, l'opera sarebbe la penultima della serie, pensata da Bowie come una serie di ritratti di musicisti, amici, conoscenti e, in alcuni casi, autoritratti. "Con i capelli lunghi e un profilo tagliente, questo ritratto energico ed enigmatico è davvero una rappresentazione insolita di un artista celebre", c'è scritto sul sito della casa d'aste. 

La tela è stata comprata la scorsa estate da un privato, che è voluto rimanere anonimo, in un centro di raccolta di oggetti usati davanti alla discarica municipale di South River, a circa 300 km a nord di Toronto. Avrebbe dovuto raggiungere una cifra stimata da 9mila e 12mila dollari canadesi (da 7.300 a  9.700 dollari Usa)  ma ha superato quel prezzo il primo giorno della vendita. Il fortunato venditore non è nemmeno un collezionista d'arte, ma ha semplicemente apprezzato l'opera.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.