Bruce Springsteen, Pete Townshend e altri per un evento virtuale in onore di Dave Marsh

Anche Tom Morello e Steven Van Zandt prenderanno parte all’iniziativa “Land of Hope and Dreams: A Celebration of Dave Marsh’s Work and Vision”
Bruce Springsteen, Pete Townshend e altri per un evento virtuale in onore di Dave Marsh

Bruce Springsteen, Pete Townshend, Tom Morello, Jackson Browne, Steven Van Zandt, Nona Hendryx e Dion DiMucci sono solo alcuni degli artisti che prenderanno parte all’evento virtuale “Land of Hope and Dreams: A Celebration of Dave Marsh’s Work and Vision”.

L’iniziativa, volta a celebrare la carriera del 71enne critico musicale statunitense Dave Marsh - tra i primi redattori della rivista Creem, collaboratore del magazine americano “Rolling Stone” e autore di 25 libri (tra cui due biografie sul cantautore del New Jersey), oltre che padrone di casa di "Kick Out the Jams" e altri programmi su SiriusXM -, è in programma da oggi, 30 aprile, fino al prossimo 15 maggio e prevede una serie di incontri su Zoom ai quali è possibile partecipare registrandosi sul sito dell’evento (a questo indirizzo). 

Il titolo dell’evento riprende quello della canzone di Springsteen “Land of Hope and Dreams”, originariamente inclusa nell’album “Wrecking Ball” del 2012 e - tra le altre cose - eseguita dal Boss lo scorso gennaio a Celebrating America per l’insediamento del presidente statunitense Joe Biden, definitiva dagli organizzatori come “una canzone di Bruce Springsteen che immaginava una comunità inclusiva”.

"Dave Marsh è una forza nella cultura musicale dalla fine degli anni '60", ha detto a Billboard lo storico manager del Boss e amico di lunga data di Marsh, Jon Landau, che prenderà parte al primo incontro in programma (qui il calendario completo) alle 20.30 di questa sera nel fuso orario Eastern Time - quando in Italia saranno le 2:30 dell’1 maggio. Ha aggiunto: "Che sia attraverso i suoi numerosi libri, le sue innumerevoli recensioni, il suo giornalismo o i suoi programmi radiofonici, una cosa è rimasta costante: porta sempre il suo amore per la musica in tutto ciò che fa”.

Il chitarrista dei Rage Against the Machine, invece, ha dichiarato: “Dave Marsh è da sempre un instancabile difensore della giustizia, dei diritti umani e del rock and roll. La sua penna e la sua voce giocano una parte importante nella storia della musica che amiamo e nella lotta per un mondo più giusto e decente”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.