Sanremo 2021, Madame: “Voglio stracciare le etichette”

In gara fra i Big, a 19 anni, Francesca Calearo nella serata delle cover canterà “Prisencolinensinainciusol”di Adriano Celentano, ritenuto il primo pezzo rap italiano ante litteram.
Sanremo 2021, Madame: “Voglio stracciare le etichette”

Una preghiera a se stessi. Un invito ad ascoltare la propria interiorità. Madame si presenta sul palco dell’Ariston con “Voce”.

“È una canzone dedicata alla mia voce, una dedica a me. Sono in una fase di ricerca interiore. Il pezzo racconta l’importanza di rincorrere se stessi, di ascoltarsi. Prima chiaramente bisogna amarsi – racconta l’artista - È una canzone d’amore in fondo, ma non come tante altre: questa è una dichiarazione rivolta alla mia persona. E non solo. In tanti spero possano rispecchiarsi. In un’altra intervista ho detto che la mia generazione è inconsapevole. Non è così, ho già cambiato idea. Al contrario è molto consapevole, ma allo stesso tempo è chiusa, spesso parla poco di quello che ha dentro, è introversa. Anche per questo motivo ho portato ‘Voce’ a Sanremo, per dire: ‘.hey ragazzi, ascoltatevi, ascoltiamoci e non abbiamo paura di dire chi siamo’”.


Per Francesca Calearo, questo il suo vero nome, 19 anni, l’etichetta “rapper”, è riduttiva. È apparsa nei dischi di Ensi, Marracash, Psicologi e Negramaro, ha collaborato con Fabri Fibra, sempre imponendo uno stile riconoscibile. “Per me fluidità coincide con la parola libertà. La mia generazione è molto fluida. Alzarsi la mattina e poter essere ogni giorno qualche cosa di diverso, sentirsi liberi di poter dire quello che si pensa, non provare vergogna: sono fondamenta – sottolinea - si deve partire da quello che abbiamo dentro, stracciando le etichette. È proprio questo quello che provo a fare con la mia musica, andando oltre i generi, ma anche trattando temi che per molti possono essere delicati.
Fluidità non vuol dire non avere valori o certezze. Senza queste la vita non starebbe in piedi, non esisterebbe . Io credo tantissimo nella meritocrazia, nel sacrificio, per esempio. È importante capire il valore delle persone”.

Nella serata delle cover canterà “Prisencolinensinainciusol” di “Celentano” del 1972. “L’ho scelto non solo perché viene considerato il primo brano rap ante litteram, ma perché affronta il tema dell’istruzione e dell’incomunicabilità. Sono argomenti a me molto cari: la scuola, l’insegnamento – dice Madame - Celentano in quella canzone in cui sembra dire poco o nulla in realtà dice tutto. Vorrei trasmettere un bel messaggio dal palco dell’Ariston con questo pezzo”.

Fra i concorrenti più giovani della storia di Sanremo, Madame sta vivendo un periodo d’oro. Ma nei suoi testi rimane una venatura malinconica e irrequieta “La mia vita in questo momento è diversa da quella di tanti miei coetanei.

Ci sono luci, c’è bellezza, ma anche irrequietezza. I miei 19 anni li vivo come un’esplosione, come qualche cosa di forte – sorride - è vero anche che nelle mie canzoni ci sono aspetti malinconici, ma perché spesso i miei brani nascono da momenti non semplici. La mia manager Paola (Zukar, ndr) mi dice: ‘tu nella vita di tutti i giorni fai la cazzona, ma perché non ti diverti con la musica e invece ti struggi?’È così, ma che cosa ci posso fare?. Per me la musica è davvero una forma di liberazione, di racconto personale, di ricerca interiore. Quando ho scritto ‘Clito’, in molti lo hanno etichettato come un testo controverso. In realtà parlo di qualche cosa di semplice, che hanno tutte le donne: il clitoride. Lo faccio a mio modo, senza vergogna. Ed ecco qui torniamo al fondamento: poter pensare di dire quello che si vuole senza impedimenti”.

Il suo primo omonimo album uscirà il 19 marzo, lo definisce “un figlio” e dentro ci saranno le sue tante anime, da quella più leggera a quella più profonda. Tutto si lega anche alla sua visione dell’arte. “L’arte, per me, deve accendere delle lampadine. Io sono cresciuta con De André – conclude – non mi viene in mente un suo testo che in qualche modo non crei attrito, non dia una scossa. C’è la musica che può dire le cose che sai già e che vuoi sentirti dire, o quella che scuote, mettendoti davanti a qualche cosa di inaspettato”. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.