Marianne Faithfull: "Per colpa del Covid rischio di non cantare più"

La cantante rock si confessa al The Guardian in un'intervista rilasciata dopo aver sconfitto il virus.

La cantante britannica Marianne Faithfull, che ha sofferto di una forma grave di coronavirus nell'aprile 2020, ha spiegato al quotidiano The Guardian che potrebbe non essere mai più in grado di cantare di nuovo a causa dei postumi della malattia. L'icona rock degli anni Sessanta, ora 74enne, aveva trascorso più di tre settimane in ospedale, dopo aver contratto una forma grave di covid-19, che aveva sollevato timori per la sua vita. "Tutto quello che so è che ero in un posto molto buio - probabilmente è stata la morte", ha detto in un'intervista condotta prima dell'uscita del suo ultimo album alla fine di aprile "She Walks in Beauty" , registrato in gran parte prima di contrarre il virus.

Nonostante sia ormai fuori pericolo, Marianne spiega che "i suoi polmoni continuano a non andare bene" e che deve assumere regolarmente ossigeno, questo le fa temere di non poter più cantare. "Un dottore è venuto a trovarmi e mi ha detto che non pensava che i miei polmoni si sarebbero mai ripresi", ha spiegato.  "Potrei non essere mai più in grado di cantare di nuovo", "forse è finita", ha aggiunto Marianne Faithfull, "Sarei incredibilmente sconvolta se fosse così".

Marianne Faithfull conserva tuttavia la speranza e aspetta che un "miracolo" le restituisca la voce. La cantante ha anche confidato che il Covid-19 l'ha lasciata con una stanchezza intensa e una "incredibile" perdita di memoria a breve termine. "Ricordo molto bene il lontano passato. Queste sono le cose recenti che non ricordo. Non puoi sapere quanto sia terribile", ha concluso. .

Il nuovo lavoro "She Walks in Beauty", in uscita il 30 aprile, si immerge nel passato e prende vita dalla sua passione per la poesia romantica inglese, una passione nata negli anni trascorsi alla St Joseph’s Convent School, prima che si trasferisse a Londra all’età di 16 anni. Da lì, è entrata a far parte del mondo di “As Tears Go By”, di Mick Jagger e dei Rolling Stones, il mondo che l’ha portata al successo. Dopo essere diventata un’icona degli anni ’60 e aver combattuto a lungo con la tossicodipendenza, è tornata nel 1979 con l’album "Broken English", grazie al quale è riuscita ad affermare il suo talento e la sua autonomia artistica. Un album speciale che racchiude musica e poesia con Marianne Faithfull accompagnata da Warren Ellis e con la partecipazione di Nick Cave, Brian Eno e Vincent Ségal. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.