Good Charlotte, il nuovo singolo ‘Last december’: nostalgia dei primi 2000?

Due anni dopo l’arrivo sui mercati di ‘Generation Rx’, la band guidata dai fratelli Benji e Joel Madden torna con un nuovo brano. L’ascolto di Rockol
Good Charlotte, il nuovo singolo ‘Last december’: nostalgia dei primi 2000?

Correva l’anno 2004 quando arrivò sui mercati il terzo album in studio dei Good Charlotte, “The chronicles of life and death”, uscito quattro anni dopo l’esordio discografico eponimo del gruppo statunitense e due anni dopo “The young and the hopeless”. Con il video del singolo “Predictable” - e nel 2005 quelli di “I just wanna live” e “We believe” - in alta rotazione su MTV, i poster della band guidata dai fratelli Benji e Joel Madden tappezzavano le pareti delle camerette delle ragazzine di allora, che passavano il pomeriggio guardando TRL e ascoltando tutti quei gruppi pop punk che permettevano loro di sentirsi “alternative” e di differenziarsi dalle fan di Britney Spears.

Sedici anni dopo l’uscita di “The chronicles of life and death”, a cui hanno fatto seguito altri cinque album dei Good Charlotte - l’ultimo dei quali è “Generation Rx” (leggi qui la nostra recensione) del 2018 - la formazione dei fratelli Madden ha rotto un silenzio discografico durato due anni pubblicando un nuovo singolo, intitolato “Last december”.

Il ritorno dei Good Charlotte: nostalgia dei primi 2000?

Dicevamo che sono passati sedici anni dalla pubblicazione del terzo lavoro discografico dei Good Charlotte: un lungo periodo in cui i componenti della band sono cresciuti - così come i loro primi fan, che hanno ormai raggiunto, o addirittura superato, i trent’anni - hanno messo su famiglia e, oltre che alla musica, si sono dedicati ad altre attività. (Uno degli ultimi progetti dei gemelli Madden è la piattaforma live streaming da loro fondata, Veeps - che, fra le altre cose, il prossimo 30 dicembre ospiterà il concerto virtuale di Patti Smith) Insomma, molte cose sono cambiate da quando i ragazzi super tatuati del Maryland, dal look un po’ punk e un po’ emo, spopolavano alla tv nei primi anni 2000.

Come testimoniato già dall’album “Generation Rx” - caratterizzato non solo da batteria e chitarre ma anche da suoni elettronici e con canzoni dai testi più riflessivi e meno scanzonati dei lavori precedenti - il momento per i Good Charlotte di maturare è già stato affrontato dalla band. .

Tuttavia, a livello musicale, il gruppo dei fratelli Madden ha sempre dato l’impressione di non riuscire mai del tutto ad allontanarsi dal mondo giovanile, da liriche dal sapore emo e di guardare costantemente ai tempi andati. A conferma di ciò, arriva il nuovo singolo dei Good Charlotte, pubblicato quasi a sorpresa oggi - 18 dicembre. Con “Last december”, il suo ritmo serrato, le schitarrate e quei richiami dal sapore pop punk, si fa in fretta a provare nostalgia per i primi anni 2000 - quando i Green Day conquistavano le prime posizioni delle classifiche internazionali degli album con “American idiot” e i My Chemical Romance iniziavano a spopolare fra i più giovani. 

Il sentimento della malinconia e quello della mancanza, uniti alla tristezza di dover dire addio a un amico, caratterizzano l’intero brano, il cui ritornello recita: “That’s just the life you get, and nobody gives a shit / Every time it hits me I still cry, but it couldn’t be better”.

I vent’anni del primo eponimo album, “Good Charlotte”

Il motivo per cui i Good Charlotte hanno deciso di pubblicare “Last december” è stato spiegato da Benji Madden, la cui dichiarazione non ha fatto altro che supportare l'idea che il nuovo brano della band ha portato con sé un bel po’ di nostalgia. Sentimento che, come si evince guardando il video - riportato più sopra - che accompagna il singolo, è legato anche all’attuale situazione caratterizzata dal Coronavirus e alla mancanza di quella vita “normale” prima dell’arrivo della pandemia.

"Nel 2020 ricorre il ventesimo anniversario del nostro eponimo album di debutto, ci ha fatto sentire davvero come se volessimo pubblicare qualcosa per quei fan che hanno intrapreso questo viaggio con noi”, ha dichiarato Benji. Ha aggiunto: “Le vacanze possono essere un periodo difficile dell'anno. Pensare a quelli che abbiamo perso e provare nostalgia per i momenti passati, fanno sicuramente parte della gioia e della malinconia. Questa canzone per noi parla di entrambi i lati di sentimenti tipici delle vacanze, e speriamo che porti un po’ di conforto a chiunque ne abbia bisogno”.

Attualmente non è dato sapere se “Last december” sia l’anticipazione di un nuovo album firmato Good Charlotte. Quindi non resta altro da fare se non aspettare di vedere quale sarà la prossima mossa della band dei gemelli Madden. Questo, per un ritorno sulle scene della band, potrebbe rivelarsi un buon momento, se non altro per l’attuale “revival pop punk” caratterizzato da - tra le altre cose - la trasformazione di Machine Gun Kelly da rapper a punk rocker, consacrata dall’album realizzato con il batterista dei Blink-182 Travis Barker, “Tickets to my downfall”, che ha debuttato alla numero uno della Billboard 200.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.