Phil Collins diffida Donald Trump dall'usare "In the Air Tonight"

Il brano del musicista inglese viene usato dal presidente degli Stati Uniti durante i comizi della sua campagna elettorale.
Phil Collins diffida Donald Trump dall'usare "In the Air Tonight"

Un paio di settimane fa, il 14 ottobre, prima che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump salisse su un palco a Des Moines (Iowa) per tenere un comizio nell'ambito della sua campagna elettorale in vista delle elezioni presidenziali che lo vedono in competizione con il candidato democratico Joe Biden venne suonata la canzone "In the Air Tonight" di Phil Collins.

L'ex Genesis non ha gradito l'uso non autorizzato del primo singolo da lui pubblicato nel lontano 1981 e ha diffidato il politico statunitense dal riprodurla nuovamente durante un suo comizio. Come dichiarato a Consequence of Sound da un rappresentante di Phil Collins: "Sì, siamo ben consapevoli dell'uso di questa canzone da parte della campagna elettorale di Trump e abbiamo già emesso una lettera di diffida tramite i nostri avvocati che continuano a monitorare la situazione".

La testata statunitense TMZ ha preso visione di una copia della lettera di diffida inviata dal team legale di Collins al comitato della campagna di Trump. L'avvocato del musicista inglese, David A. Steinberg, scrive che l'uso della canzone era "non solo del tutto non autorizzato ma, come hanno commentato vari articoli usciti sulla stampa, particolarmente inappropriato poiché apparentemente era inteso come un riferimento satirico sul Covid-19. Questo riferimento è stato fatto in un momento in cui l'Iowa soffriva di un'accelerazione dell'infezione da Covid-19. Il signor Collins non tollera l'apparente banalizzazione del Covid-19. Inoltre, il signor Collins è seriamente preoccupato per il modo in cui la campagna di Trump ha utilizzato "In the Air Tonight" che ha causato e causerà danni alla reputazione e alla popolarità del signor Collins presso il pubblico.

Pare che il team legale di Phil Collins avesse già inviato a Trump una lettera di diffida nel mese di giugno dopo che "In the Air Tonight" venne suonata in una manifestazione a Tulsa (Oklahoma). Il comitato organizzatore della campagna di Donald Trump non ha mai risposto alla lettera. Collins è solo l'ultimo di una lunga lista di artisti di una certa importanza che hanno inviato lettere di diffida alla campagna elettorale di Trump per l'uso non autorizzato della loro musica. Alcuni come i Rolling Stones, Neil Young e i gestori dell'eredità artistica di Leonard Cohen si sono spinti oltre minacciando azioni legali.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.