Quando Ringo Starr rischiò di morire in un incidente d'auto

Insieme al musicista inglese c'era la promessa sposa Barbara Bach.
Quando Ringo Starr rischiò di morire in un incidente d'auto

Nel maggio 1980 l'ex batterista dei Beatles Ringo Starr ebbe un brutto incidente automobilistico a poche centinaia di metri dal luogo in cui perse la vita tre anni prima la star del glam rock Marc Bolan. Coincidenza vuole che entrambi fossero in compagnia delle rispettive compagne: l'attrice Barbara Bach Ringo, la fidanzata Gloria Jones Marc. Ma c'è di più. Ringo e Marc erano anche buoni amici, talmente buoni che il batterista era (ed è) il padrino di Rolan, il figlio di Marc Bolan.

Ringo conosceva Barbara Bach solo da qualche mese, l'aveva incontrata sul set del film 'Caveman', diretto da Carl Gottlieb, le cui riprese si svolsero nello stato di Zacatecas, in Messico. I due si sarebbero sposati l'anno seguente e sono sposati ancora oggi, a quasi quaranta anni di distanza. La Bach era all'apice della sua fama, nel 1977, avendo interpretato il ruolo della Bond Girl, al fianco di Roger Moore, nel decimo film della saga dell'agente 007 “La spia che mi amava”.

Caricamento video in corso Link

Lei e Ringo per stare assieme avevano deciso di lasciare i rispettivi partner verso la fine delle riprese della pellicola galeotta. La Bach racconta così come iniziò il loro amore: “Sul lavoro, andavamo d'accordo, passavamo del tempo insieme, ma ognuno aveva altre persone, i nostri rispettivi amici. Poi, all'improvviso, due settimane prima della fine delle riprese, ci siamo innamorati. Siamo passati dall'amore amichevole all'essere innamorati, appena prima di lasciare il Messico. Abbiamo avuto una storia d'amore davanti alla telecamera e in qualche modo questa si è riversata piacevolmente nella vita reale. Non è stato proprio un amore a prima vista, ma ha iniziato a crescere pochi giorni dopo esserci incontrati".

Caricamento video in corso Link

Il 19 maggio 1980 Ringo e Barbara stavano andando con la Mercedes bianca di lui a una festa nel Surrey. Al momento dell'incidente c'era molta nebbia. Starr dovette sterzare per evitare di colpire un camion che arrivava in direzione contraria. La repentina manovra fece perdere il controllo dell'automobile a Ringo che si rivoltò su se stessa per parecchie decine di metri prima di schiantarsi contro due lampioni. Da vero gentiluomo, nonostante un infortunio alla gamba, il musicista ha posto in salvo Barbara tirandola fuori dall'auto. E poi, da vera rockstar, è tornato nell'auto distrutta per recuperare un pacchetto di sigarette. Per fortuna Ringo e Barbara ne uscirono solo con lievi ferite. Tre settimane più tardi lei disse al padre che lo avrebbe sposato e, almeno per una volta, tutti vissero felici e contenti.

GUARDA QUI L'AUTO DI RINGO STARR DOPO L'INCIDENTE

Dall'archivio di Rockol - festeggia il compleanno a Nizza con Joe Walsh
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.