John Belushi, è morta Cathy Smith colei che gli iniettò l'ultima dose

La cantante e corista scontò 15 mesi di carcere dopo essersi autoaccusata della morte dell'attore.
John Belushi, è morta Cathy Smith colei che gli iniettò l'ultima dose

E' morta all'età di 73 anni Cathy Evelyn Smith, cantante e corista canadese che nel marzo 1982 iniettò accidentalmente il cocktail di cocaina ed eroina che portò alla morte per overdose dell'attore John Belushi, all'epoca suo fidanzato.

Come riporta il Corriere della Sera, John Belushi arrivò all'Hotel Chateau Marmont di Los Angeles il 28 febbraio per lavorare al film 'Noble Rot'. La morte venne archiviata come 'per overdose accidentale' fino a che Cathy Smith rilasciò una intervista al The National Enquirer nella quale ammetteva di aver iniettato a Belushi una combinazione di eroina e cocaina. L’articolo portò all'apertura di una nuova indagine sulle circostanze della morte dell'attore e, nel 1983, la Smith venne accusata di omicidio di secondo grado.

Per sfuggire alla giustizia negli Stati Uniti scappò all’estero per tornare nel 1986 e patteggiare una condanna a 15 mesi, scontati tra il dicembre 1986 e il marzo 1988, in un carcere californiano. Successivamente venne espatriata in Canada, dove collaborò con le istituzioni per educare i giovani ai rischi della tossicodipendenza.

Fino alla morte di John Belushi, la Smith era nota nel circuito musicale per aver cantato come corista per Levon Helm, Rick Danko e Richard Manuel, poi membri fondatori della Band. Nei primi anni ‘70 fu fidanzata del cantautore canadese Gordon Lightfoot. Nel 1976 Smith divenne corista del cantautore country Hoyt Axton, con cui scrisse “Flash of Fire”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.