Nomadi e Covid: "Noi non ci fermiamo, anzi ripartiamo"

Beppe Carletti e i suoi contro l'emergenza COVID: canzoni, raccolta di firme, e concerti
Nomadi e Covid: "Noi non ci fermiamo, anzi ripartiamo"

La band guidata da Beppe Carletti, senza mai cercare grande visibilità mediatica, è fra quelle che con più impegno hanno affrontato l'emergenza Covid.
Già in marzo i Nomadi hanno pubblicato, insieme a Paolo Belli, la canzone "Fuori la paura".

In aprile hanno promosso una raccolta di firme per chiedere che il Governo fissasse una data per la riapertura dei concerti dal vivo ("Chiediamo delle date certe. Chiediamo che ci sia detto, per esempio, il primo luglio: l'estate è il periodo più ricco di date tradizionalmente. Ci si dica una data, ci si diano delle condizioni, ad esempio i tanti luoghi all'aperto di cui l'Italia è piena").
E quando la data è stata comunicata, indicata nel 15 giugno, sono stati i primi ad annunciare un concerto: che si terrà l’11 luglio 2020 a Carmignano di Brenta, in provincia di Padova, mentre il 23 luglio la band suonerà a Casumaro di Ferrara.


Beppe Carletti ha detto in un'intervista a Rockol:


"I Nomadi sono sei, ma la squadra è più ampia. Con noi, fra tecnici e facchini, ci sono altri dieci professionisti che se non lavorano non mangiano. Di certo non possono vivere con i 600 euro che alcuni, non tutti, sono riusciti a prendere. Ripartiamo soprattutto per loro. Noi Nomadi ci diminuiremo il cachet del 30%, mentre il compenso dei ragazzi che girano con noi non verrà toccato. Non siamo certo una band che usciva a 30 mila euro a serata, ma neppure gli ultimi arrivati. Abbiamo trovato il giusto compromesso per ripartire: si tira la cinghia. Suonare gratis non sarebbe giusto, ma in questo momento storico, se si vuole far risuonare la musica nelle piazze, bisogna abbassare le proprie pretese.
Stiamo individuando aree all’aperto idonee che possano tenere 950 persone sedute, con il giusto distanziamento, le mascherine e tutto il necessario. Posso dire che ne abbiamo già individuate otto in cui, con l’aiuto dei Comuni di riferimento, stiamo strutturando il live. A breve comunicheremo il tour. La Sicilia potrebbe essere una grande protagonista. Il concerto non subirà variazioni e, secondo i nostri calcoli, non dovremo fare più show in una giornata: suoneremo più di due ore con una scenografia molto semplice, non ci saranno ospiti o musicisti in più. Non siamo mai stati una band con lingue di fuoco sul palco o megaschermi, quello che davvero conta sono le canzoni.
L’impostazione sarà simile a quella teatrale, come i tour che facciamo d’inverno. Le prime file costeranno circa 30 euro, poi piano a scalare fino a 20 euro, uno dei prezzi più popolari. L’obiettivo è quello di trasformare le aree che ci verranno concesse in “teatri all’aperto”. Ci abbassiamo il cachet e alziamo leggermente il biglietto, offrendo uno show ampio e variegato, è un buon equilibrio per accontentare tutti. L’ultimo live che abbiamo fatto risale a febbraio, un concerto in onore di Augusto Daolio. Abbiamo voglia di tornare sul palco e di dimostrare che tutto questo dolore non ci ha piegato".

Sempre Nomadi, dunque: l'appuntamento è per luglio.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.