È morto Willie K, star della musica hawaiana: aveva 59 anni

Un altro celebre musicista hawaiano avrebbe invece compiuto oggi 61 anni, se fosse ancora tra noi.

Gli era stato diagnosticato un tumore ai polmoni nel 2018 ed è morto due giorni fa, il 18 maggio: Willie K, star della musica hawaiana, aveva 59 anni. A riferirne è stato l’Hololulu Star Advertiser, mentre sulla pagina Facebook del musicista, autore e produttore si legge: “Ha combattuto duramente per oltre due anni mentre ancora si esibiva. A metà febbraio di quest’anno è stato ricoverato per una polmonite che con il tumore al polmone ha causato complicazioni. Era ottimista e stava bene e non vedeva l’ora di esibirsi ancora. Poi all’improvviso le cose si sono messe per il peggio e ha perso la sua battaglia”.

Al secolo William Awihilima Kahaiali‘i, l’artista, che suonava l’ukulele, si è aggiudicato nel corso della sua carriera numerosi Nā Hōkū Hanohano Awards, considerati un po’ l’equivalente hawaiano dei Grammy. Il suo debutto nel mercato del disco risale al 1991, quando è uscito “Kahaiali‘i”. Il musicista di Maui si è esibito con artisti come Mick Fleetwood, Steven Tyler, Alice Cooper e Billy Gibbons. Tra le sue collaborazioni più significative ricordiamo anche quella con Amy Hānaialiʻi Gilliom, con la quale Willie K ha fatto squadra per circa nove anni, con tour e dischi congiunti.

Proprio oggi, se fosse ancora in vita, avrebbe compiuto invece gli anni, 61 per la precisione, un altro campione dell’ukulele originario delle Hawaii, Israel Kamakawiwo’ole, diventato famoso per le sue versioni di “Over the Rainbow” di Harold Arlen ed E.Y. Harburg e di “What a Wonderful World” di Bob e George David Weiss, interpretata per la prima volta da Louis Armstrong nel 1967 e arrivata anche al mondo del punk rock grazie alla cover dei Ramones del 2002. A lui Google ha dedicato il doodle di oggi, 20 maggio.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.