Bob Dylan, ‘False Prophet’ è (molto) ispirata ad un vecchio blues

L'ultimo singolo di Dylan presenta una spiccata somiglianza con il brano “If Lovin’ Is Believing” del 1954 di Billy “The Kid” Emerson: giudicate voi

Bob Dylan, ‘False Prophet’ è (molto) ispirata ad un vecchio blues

Il 19 giugno uscirà “Rough and Rowdy Ways”, il 39° album di Bob Dylan. Il titolo è ispirato al classico di Jimmie Rodgers “My Rough and Rowdy Ways” (1929). Ma l’appropriazione, anzi l’amore e il furto come recitano il titolo dell’album del 2001 "Love & theft", non si fermano di certo qui. L'immagine del nuovo singolo “False prophets” è la rielaborazione di una copertina del 1942 del pulp magazine The Shadow del 1942, ma soprattutto nella canzone c'è qualcosa di più di una somiglianza con un vecchio blues. Considerando appunto l'abitudine all'amore e al furto di Dylan nelle sue produzioni, il suo costante modus operandi fatto di citazioni e allusioni ad autori e a opere altrui, è forse eccessivo parlare di plagio. Si tratta di una rielaborazione, in cui però alcune parti sono rimaste sostanzialmente uguali all'originale.

Il brano, fa notare un’analisi del sito della National Public Radio statunitense, contiene appunto qualcosa di più di una citazione, essendo estremamente simile a un B-side degli anni Cinquanta di Billy “The Kid” Emerson, “If Lovin’ Is Believing”, di cui sono riprodotti fedelmente il riff e l'andamento.

La canzone di Emerson, classe 1925, che oltre che cantante e autore è stato anche predicatore, è stata pubblicata dalla Sun Records nel 1954 come B-Side di un disco che sul lato A conteneva il brano "No Teasing Around”. La voce è di Emerson, mentre la chitarra è di Ike Turner. Potete ascoltare entrambe le canzoni, quella di Emerson e quella di Dylan, qui sotto:

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

“Rough and Rowdy Ways” è il primo disco d’inediti dell’artista dai tempi di “Tempest” (2012):  “False Prophet” è la terza anticipazione, dopo “Murder Most Foul” e “I Contain Multutudes”.

Dall'archivio di Rockol - La storia di “The freewheelin’ Bob Dylan” di Bob Dylan
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.