Pink Floyd e "You'll never walk alone" - lo sapevate che...

La canzone appena tornata al numero uno delle charts britanniche ha una storia lunga, e ve la raccontiamo
Pink Floyd e "You'll never walk alone" - lo sapevate che...

Il ritorno al numero uno della classifica britannica di "You'll never walk alone" nella versione cantata dal novantanovenne Tom Moore (con un "piccolo" aiuto della voce di Michael Ball) è l'occasione per ricordare almeno a grandi linee la storia di questa canzone. 
Scritta nel 1945 Rodgers e Hammerstein per il musical "Carousel", la canzone era già stata al numero uno in UK altre due volte: nel 1963, nella versione di Gerry & The Pacemakers (un gruppo di Liverpool sotto contratto con Brian Epstein, il manager dei Beatles).

Caricamento video in corso Link

"Adottata" come inno dai tifosi del Liverpool, in particolare dagli occupanti della curva Kop dello stadio di Anfield Road, è ancora oggi cantata in coro in tutte le partite della squadra:

Caricamento video in corso Link

Nel 1985 "You'll never walk alone" tornò in vetta alle classifiche britanniche nella versione di The Crowd, un supergruppo messo insieme da Gerry & the Pacemakers e comprendente fra gli altri Denny Laine, Rick Wakeman, Kiki Dee, Graham Gouldman, John Entwistle degli Who, Motörhead,  Phil Lynott e gli Smokie, che la incise per un singolo benefico a favore dei familiari delle vittime dell'incendio scoppiato l'11 maggio del 1985 nello stadio del Bradford City.

Caricamento video in corso Link

La canzone è stata incisa da decine di interpreti, fra i quali Alicia Keys, Aretha Franklin, Barry Manilow e Cilla Black, Dionne Warwick, Doris Day, Elvis Presley, Frank Sinatra, Gene Vincent, Johnny Cash, Judy Garland, Kevin Rowland, Louis Armstrong, Mahalia Jackson, Mark Knopfler, Nina Simone, Olivia Newton-John, Patti Labelle, Roy Orbison, gli Shadows, Susan Boyle, i Tre Tenori e Tom Jones.
Marcus Mumford ne ha recentissimamente inciso, dall'isolamento pandemico, una sua versione benefica destinando i proventi in beneficienza:

Caricamento video in corso Link

Ma i Pink Floyd?
Ci facciamo raccontare la storia dai Lunatics, traendola dal loro libro "Il fiume infinito" (Giunti Editore).

Fra i solchi di "Meddle" si annida un gioiellino acustico dimenticato in soffitta, un brano che non è mai stato suonato dal vivo, musicalmente apprezzabile e dalle tematiche tutt’altro che scontate. 'Fearless' è in prima istanza l’istantanea di quel mare agitato nell’animo di Roger Waters che sta per rompere gli argini e fluire con prepotenza sugli spartiti dei lavori dell’immediato futuro.
Accompagnata alla chitarra dallo stesso Waters, 'Fearless' è sorretta da un riff accattivante, procede fra momenti ritmati e altri più placidi, addolciti dalla voce suadente di David Gilmour. Prestando attenzione, allo scoccare del minuto 1:25 è percepibile il 'ping' del brano 'Echoes', mentre sul finire della canzone tuonano le voci della tifoseria calcistica del Liverpool alle prese con l’inno 'You’ll Never Walk Alone'. È un perfetto esempio di orgoglio impavido, come descritto da Richard Wright e Nick Mason ai microfoni di Radio KPPC-FM di Pasadena il 16 ottobre 1971: 'È il Fan Club del Liverpool. Se sai qualcosa di football inglese dovresti saperlo, si chiamano 'The Kop Choir' e non smettono mai di cantare per l’intera durata della partita. L’effetto dal vivo è molto più grandioso di quanto si possa percepire in una registrazione, perché fin dall’inizio non ti capaciti di quanto casino riescano a fare. Voglio dire che non possiamo certo competere con un coro di centomila voci. È incredibile'. 

Ecco "Fearless":


Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.