Comunicato Stampa: Joshua Redman Elastic Band al Blue Note

Comunicato Stampa: Joshua Redman Elastic Band al Blue Note
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

JOSHUA REDMAN ELASTIC BAND

IN CONCERTO AL BLUE NOTE

VENERDI 13 E SABATO 14 MAGGIO

Joshua Redman, con la sua Elastic Band, saranno protagonisti sul palco del Blue Note Milano (via Borsieri, 37) venerdì 13 e sabato 14 maggio.

Joshua Redman (sax) sarà accompagnato da: Sam Yahel (tastiere), Jeff Parker (chitarra) e Jeff Ballard (batteria).

Gli spettacoli della Joshua Redman Elastic Band saranno alle ore 21.00 e alle ore 23.30 (apertura porte: ore 19.30; per informazioni/prenotazioni: 02.69016888, dal 16 maggio il nuovo numero sarà: 899700022). L’ingresso è di 35,00 euro, sconto del 40% per i giovani sotto i 26 anni per il secondo spettacolo delle 23.30.

Nato nel Febbraio 1969 a Berkeley in California, Joshua Redman irrompe sulla scena internazionale nel 1991, a vent’anni, con un profilo perfetto: uno stile influenzato dal hard bop, una bella apparenza, un’istruzione a Harvard, un padre famoso sassofonista (Dewey Redman) e un’irresistibile fluidità e originalità che cattura e rivisita la fantasia delle precedenti generazioni di musicisti jazz.

Si laurea con lode nel 1991 e comincia a partecipare a delle jam sessions e a suonare occasionalmente come sideman. Nell’autunno del 1991 vince il Thelonious Monk International Saxophone Competition, premio prestigioso che mette in luce i suoi talenti.

Joshua si trova presto a suonare di fianco a leggende del jazz, tali Elvin Jones, Jack DeJohnette, Red Rodney, Paul Motian, Roy Hargrove e John Hicks.

Il riconoscimento è totale: i critici, i musicisti e anche il pubblico celebrano il nuovo sassofonista jazz. Il suo primo album, inciso per la Warner nel 1993, è acclamato dalla critica internazionale. Il suo secondo album include le collaborazioni di Pat Metheny, Charlie Haden e Billy Higgins.

“Timeless Tales (For Changing Times)” rappresenta una svolta per Redman, con 10 cover, da George Gershwin ("Summertime") ai Beatles ("Eleanor Rigby") e Bob Dylan ("The Times They Are A Changin'"). “Elastic”, il suo ultimo album, fa sentire pienamente l’equilibrio tra eloquenza e esplorazione che rinforza la posizione di Joshua Redman nell’avanguardia dei musicisti contemporanei.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.