Usa: ucciso a 20 anni il rapper Pop Smoke

Solo dieci giorni fa era uscito il suo ultimo album, che questa settimana aveva debuttato in top ten in classifica.

Usa: ucciso a 20 anni il rapper Pop Smoke

Ancora sangue sulla scena hip hop statunitense. Dopo le recenti morti di XXXTentacion, Nipsey Hussle e Juice Wrld, scompare anche Pop Smoke. Il ventenne rapper newyorkese è stato ucciso nella mattina di oggi, mercoledì 19 febbraio, a Hollywood, quando due ladri sono entrati nella sua abitazione per rapinarla. A riferirlo è il sito statunitense di gossip e intrattenimento TMZ: Pop Smoke è stato portato al Cedars-Sinai Medical Center di West Hollywood, dove i medici non hanno potuto fare altro che constatarne la morte. Poco più di dieci giorni fa era uscito il suo nuovo album "Meet the woo 2", che questa settimana aveva debuttato in top ten nella classifica dei dischi più venduti negli Stati Uniti.

Classe 1999, Bashar Barakah Jackson - questo il vero nome del rapper - origini per metà giamaicane (da parte di madre) e per metà panamensi (da parte di padre), ha iniziato a far parlare  di sé all'inizio del 2019 con il singolo "Welcome to the party", tratto dal suo disco d'esordio "Meet the woo". Il brano è stato in seguito ripubblicato con la partecipazione di Nicki Minaj e quella di Skepta. Lo scorso dicembre Pop Smoke aveva collaborato con Travis Scott e JackBoys al singolo "Gatti". 

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

All'interno del suo secondo album, uscito lo scorso 7 febbraio, aveva voluto ospiti come Quavo, A Boogie wit da Hoodie e Lil Tjay.

Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.