Tones And I racconta la storia di "Dance monkey": video

Ecco come una ragazza ha scritto una canzone da 1 miliardo di ascolti, iniziando come busker in Australia: il racconto in prima persona

Il fenomeno "Dance monkey" non accenna a diminuire: la canzone di Tones And I ha superato il miliardo di ascolti tra visualizzazioni e stream.  La cantante australiana ha sfondato anche negli Stati Uniti, dopo il successo in patria e in Europa. Tanto che il New York Times ha dedicato un episodio della serie "Diary of a song", che in precedenza si è occupata di nomi come Taylor Swift, Ed Sheeran, Bon Iver, Rosalia, Lil Nas X, Billie Eilish.

Nel video, la cantante analizza la storia del brano assieme al suo manager e al produttore  Konstantin Kersting, dalle strade di Byron Bay al successo globale. La canzone venne scritta in mezz'ora come reazione ad una serata storta , Toni Watson - questo il vero nome della cantante, stava iniziando a farsi notare, la gente arrivava numerosa, e certe volte la costringeva a suonare ancora ed ancora. "Dance monkey" è fatta di frasi che la cantante si è sentita dire quella sera

I said oh my god I see you walking by
Take my hands, my dear, and look me in my eyes
Just like a monkey I've been dancing my whole life
But you just beg to see me dance just one more time

Qua il testo completo della canzone e questo invece il video del NYTimes, che vale la pena di essere visto come tutti quello della serie "Diary of a song", per capire come nasce una canzone

"Dance Monkey" è contenua  nell'EP di debutto "The kids are coming". La cante Italia nel giugno del 2020 per due concerti, a Verona e a Milano. I biglietti sono già disponibili

  • Mercoledì 24 Giugno @ Teatro Romano, Verona, Rumors Festival
  • Giovedì 25 Giugno @ Magnolia, Milano, Unaltrofestival 2020

Leggi anche: Chi è Tones And I

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.