Addio ad Antonello Falqui

Il regista televisivo si è spento all'età di 94 anni: i suoi lavori per Mina, Dorelli, la Vanoni, Pavarotti e altri grandi della musica italiana
Addio ad Antonello Falqui

E' morto all'età di 94 anni il decano dei registi televisivi italiani, Antonello Falqui: a darne notizia sono stati i suoi familiari con un post sulla propria pagina Facebook ufficiale.

Le esequie saranno celebrate il prossimo lunedì 18 novembre alle ore 11 presso la chiesa Sant'Eugenio di viale Belle Arti, a Roma.

Nato nella Capitale nel 1925, Falqui debuttò nel mondo dello spettacolo come aiuto regista di Curzio Malaparte per la pellicola "Cristo proibito", ma divenne celebre grazie ai suoi lavori per il piccolo schermo: approdato in RAI, presso la sede di Milano, nel 1952, l'artista firmò le regie del "Musichiere" (dal '57 al '60), di "Canzonissima", a partire dal '58, per la quale collaborò - nel '68 e nel '69 - con Mina e Johnny Dorelli, della serie "Stasera" (con Rita Pavone, Patty Pravo, Gianni Morandi e Adriano Celentano), di "Dove sta Zazà" (con Gabriella Ferri), di "Milleluci" (con Raffaella Carrà) e di "Al Paradise" con Milva ed Heater Parisi). Il suo ultimo lavoro fu per "Pavarotti & Friends", il primo evento musicale organizzato dal compianto tenore a Modena nel 1992 al quale presero parte, tra gli altri, Sting, Zucchero (nella foto con lo stesso Pavarotti), Brian May, Bob Geldof e Suzanne Vega.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.