Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Gossip / 16/06/2019

Liam Gallagher, nuovo attacco a Noel (sulla Brexit)

L'ennesimo scontro tra i fratelli d'oro del brit rock riguarda la politica: 'Cosa parla a fare, Noel, se...'

Liam Gallagher, nuovo attacco a Noel (sulla Brexit)

Fino a oggi, il perenne confronto tra Liam e Noel Gallagher aveva riguardato perlopiù argomenti musicali. L'ex frontman degli Oasis, evidentemente non (ancora) soddistatto dell'intensità dello scontro, ha aperto un nuovo fronte in quella che ormai può essere considerata la guerra più lunga e accesa da quella che contrappose la band di "Wonderwall" ai Blur a metà anni Novanta: quello politico.

Sul proprio canale Twitter ufficiale, Liam Gallagher ha accusato Noel di essersi espresso sulla Brexit pur essendosi astenuto dal voto che, il 23 giugno del 2016, ha sancito la volontà dell'elettorato britannico di abbandonare l'Unione Europea.

"Non c'è niente di peggio di una fighetta che non ha votato e ha un'opinione su tutto", ha postato il cantante di "As You Were" riferendosi al familiare chiamandolo "Dolly Gallagher", chiara autocitazione al commento dello stesso Liam del 2017 secondo il quale Noel canterebbe le canzoni degli Oasis come lo farebbe la star del country americana Dolly Parton.

A indispettire Liam è stata una dichiarazione rilasciata da Noel ieri, sabato 15 maggio, al Manchester Evening News: "C'è solo una cazzo di cosa peggiore di aver votato a favore della Brexit", ha spiegato la già mente creativa degli Oasis al quotidiano della sua città natale, "Ed è l'insurrezione delle fighette che stanno cercando di sovvertire il voto popolare [espresso dal referendum]".

Qualche settimana prima, sempre al Manchester Evening News, il maggiore dei fratelli Gallagher aveva espresso il proprio rincrescimento per non aver preso parte alle consultazioni del 2016 circa la permanenza britannica nell'Unione Europea: "Prendi parte a un cazzo di processo democratico: se non ti piace il risultato, vai in Corea del Nord. Il giorno del referendum sulla Brexit ho pensato: 'Non ho voglia di andare al seggio: chi cazzo vuoi che voti per uscire dall'Europa. E' una cazzo di idea senza senso'. Poi il giorno dopo mi sono detto: 'Cazzo, merda'".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi