Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 05/05/2019

Il tributo a Keith Flint del Glastonbury è stato cancellato

L'omaggio al compianto leader dei Prodigy non si farà: "Devo farmi da parte", è il commento dell'ex membro della band. Che sui social spiega...

Il tributo a Keith Flint del Glastonbury è stato cancellato

Annunciato solamente qualche giorno fa e presentato come un dj set tutto dedicato ai Prodigy e in particolare al loro leader, il tributo del festival di Glastonbury a Keith Flint è stato cancellato. A riferirlo è Gizz Butt, componente della band tra il 1996 e il 1999, tramite alcuni post pubblicati sui suoi canali social ufficiali.

Gizz Butt - vero nome Graham Butt, che dopo l'esperienza con i Prodigy è stato negli ultimi anni impegnato in diversi progetti - avrebbe dovuto presenziare dietro la consolle per quella che era stata battezzata come la Keith Flint Appreciation Hour, prevista per il 27 giugno nell'area Shangri-La del festival, un set che lo avrebbe visto suonare anche un inedito: "Una canzone che abbiamo remixato nel 19996 ma mai pubblicata", aveva anticipato lui.

Il tributo, però, non ci sarà: "Le persone lo hanno visto come un modo per farmi auto-promozione, non lo avrei fatto certo per questo", ha scritto Gizz Butt in un post pubblicato su Facebook, facendo poi sapere che la notizia del dj set aveva causato dei turbamenti alle persone più vicine a Keith Flint, un altro dei motivi che lo hanno spinto ad annullare il tributo. "Voglio rispettare le emozioni e il volere delle altre persone e per questo motivo devo farmi da parte", ha concluso.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi