Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 28/04/2019

I monologhi di Marco Mengoni: "Mondo Loon" e "Sei tutto" - TESTI

Li recita sul palco, durante le date del suo Atlantico Tour, come intermezzo dell'articolato spettacolo

I monologhi di Marco Mengoni: "Mondo Loon" e "Sei tutto" - TESTI

Lo spettacolo che Mengoni porta sul palco per il suo Atlantico Tour è molto articolato e diviso in tre blocchi distinti. A dividerli ci sono due monologhi che l'artista recita, come a segnare un cambio di passo e intodurre una nuova porzione dello show.

Il primo blocco si chiude con un cartone realizzato appositamente da Cristian Eduardo Carlos Caipa e Diego Molina. All'animazione è abbinato il monologo "Sei tutto", scritto dallo stesso Mengoni con Alessandra Scotti. La chiusura del testo - “Sei fatto per il 60 per cento di acqua. Per il 30 dalle persone che ami e per 10 di quello che ti manca” - cede il passo a "La ragione del mondo".

Ecco il testo:

SEI TUTTO
(di Marco Mengoni e Alessandra Scotti)

Un corpo:
due braccia
e due gambe,
un viso con due occhi, un naso e una bocca.
Sei l’insieme di tutte le esperienze che fai:
le cose che non hai detto in tempo o affatto.
Sei tutto il male che eviti
e quello che affronti fino in fondo,
la forza che sei riuscito a trovare
insieme agli errori che hai commesso.
Sei il tempo che pensavi perso,
che si rivela prezioso
tutte, ma proprio tutte le lacrime che hai versato,
sei le sorprese che ti sono riuscite e le promesse che non hai mantenuto.
Sei il sapore del cemento tutte le volte che sei finito a terra e i sorrisi dopo ogni caduta.
Sei il tuo cuore che batte a un ritmo tutto suo.
Sei ogni cosa che hai visto e tutto quello che hai dimenticato, di cui ti sei pentito.
Sei fatto per il 60 per cento di acqua,
per il 30 delle persone che ami
e per il 10 di quello che ti manca.

Alla chiusura del secondo blocco del live arriva un secondo monologo, sempre firmato Mengoni-Scotti. Qui Marco invita a riflettere su titoli forti dei giornali di tutto il mondo che compaiono sugli schermi. Questo il testo:

MONDO LOON
(di Marco Mengoni e Alessandra Scotti)

Siamo stati più belli di così, più onesti, più buoni
siamo stati più comprensivi forse, più umani, più giusti:
eravamo bambini con il desiderio di diventare grandi
e adesso siamo adulti con il terrore di invecchiare.
Con l’ansia di vivere in città pulite e in case perfette
di avere caldo quando fa freddo
e freddo quando fa caldo…
Con l’ansia di aspettare, di non trovare quello che vorremmo
il mare è la nostra discarica
e la terra il nostro supermercato sempre aperto.
Con l’ansia di condividere ogni esperienza, non siamo più in grado di goderci niente,
non abbiamo più memoria, che non sia ram.
Siamo sempre in contatto, ma siamo sempre più soli:
anneghiamo nelle nostre paure, ma sempre con il sorriso stampato sul volto.
Abbiamo creato una realtà in cui insultarsi è consentito
e invece che scappare
ci perdiamo il nostro tempo.
Non ci sorridiamo più: ci guardiamo con sospetto
facciamo così fatica a comprendere gli altri
che preferiamo allontanarli, chiudere gli occhi, considerarli nemici.
“Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai niente.
Sii gentile. Sempre”.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
Elisa in tour
Scopri qui tutti le date!