Egokid - la recensione di "DISCO DISAGIO"

Eleganti e irriverenti, gli Egokid hanno costruito negli anni una propria forma di art pop mescolando stili e influenze differenti, dal cantautorato italiano passando dal rock e dall'elettronica. A cinque anni di distanza dal precendente lavoro, il sestetto milanese riscopre la sua anima da club con "Disco Disagio", specchio di una società che fatica a trovare la sua migliore semplicità.

"Ammiccamenti glamour, fantasie e una buona dose di vitalità che non ammette condizionamenti esterni sono dunque i punti fermi di “Disco Disagio”, che con il suo incedere quasi a senso unico tra dance e pop, electro e cantautorato non rinuncia né al ritornello vincente, né tantomeno a svelare l’inevitabile retrogusto dolceamaro dietro la festa."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.