NEWS   |   Pop/Rock / 18/03/2019

Lenny Kravitz: "Quando io e Slash abbiamo scritto 'Always on the Run'"

Lenny Kravitz: "Quando io e Slash abbiamo scritto 'Always on the Run'"

In una intervista rilasciata a Music Radar il 54enne cantautore nato a New York Lenny Kravitz ha ricordato la sua collaborazione con il vecchio compagno di scuola Slash per l'album del 1991 “Mama Said” quando il chitarrista dei Guns N’Roses gli regalò l’assolo della canzone “Fields of Joy”. Oltre a co-firmare il primo singolo del disco “Always on the Run”.

Racconta Kravitz:

"Slash e io andavamo al liceo insieme, ma non ci vedevamo da quei tempi. Quando uscì il mio primo album, andai agli American Music Awards e i Guns N’ Roses ricevettero dei premi ed erano seduti di fronte a me. Io e lui continuammo a guardarci. Poi ci siamo resi conto che ci conoscevamo dai tempi della scuola, quindi abbiamo iniziato a parlare ed eravamo entusiasti per esserci incontrati di nuovo, specialmente per il fatto che entrambi facevamo musica. Io stavo facendo alcune sessioni di overdub per “Mama Said”, così lui è venuto ed ha suonato l’assolo su “Fields of Joy”. Era un assolo da un’unica take e lui voleva suonarlo di nuovo, ma io non glielo permisi, adoro le prime take".

Continua ancora Kravitz:

“Poi abbiamo iniziato a suonare ed è saltato fuori il riff di "Always on the Run". La canzone si è scritta da sola. Per la canzone, ha suonato il riff, io ero alla batteria. Quindi era solo chitarra e batteria, poi ho suonato la mia parte di chitarra, che è la parte contro-ritmo. Poi ho suonato il basso. Lui ha suonato il suo assolo e poi ho scritto gli arrangiamenti per i fiati, sono arrivati i fiati ​​ed è finita lì. Ho fatto la voce. E’ stata una grande session. Davvero fluida, è stata molto veloce e spontanea."

A proposito di spontaneità e session veloci Kravitz ha ricordato anche come è nato un altro classico del suo repertorio, “Are You Gonna Go My Way”:

"C'era un gruppo che si preparava per fare un’altra session... aspettavo nel corridoio ed ero un po’ incazzato perché probabilmente avremmo dovuto correre. Quindi abbiamo dovuto registrarla rapidamente e non avevo idea di quello che avevo fatto. Ho portato la cassetta a casa, l'ho ascoltata e ho scritto i testi e la melodia, poi sono tornato il giorno dopo e l’ho cantata. Non avevo idea che sarebbe stata quella canzone."

Scheda artista Tour&Concerti
Testi