Muse - la recensione di "Simulation Theory"

Muse - la recensione di "Simulation Theory"

Tre anni fa i Muse protestavano per la presenza invasiva e opprimente della tecnologia nelle nostre vite. Oggi la usano come strumento per cambiare identità ed esplorare opportunità e pericoli della realtà virtuale. In “Simulation theory” il trio inglese cambia ancora pelle e costruisce le canzoni seguendo un approccio più fluido e collaborativo. Chiama a raccolta vari produttori e riempie le canzoni di suoni elettronici fra pop contemporaneo e anni ’80. Ma dov’è la tensione che uno s’aspetta da un album dei Muse?

Magari il ciclo di “Drones” ti ha convinto che i Muse sono uno degli ultimi difensori del vecchio rock elettrico, quello fatto di grandi riff e assoli, enfatico e carico, suonato a massimo volume. Se ti sei fatto quest’idea, “Simulation theory” potrebbe spiazzarti. Se ti sei fatto quest’idea e ti piace perché detesti il pop contemporaneo, sappi che i Muse sono passati al nemico.

Leggi la recensione completa di "SIMULATION THEORY" cliccando qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.