Gwen Stefani e Pharrell Williams, il giudice smonta l’accusa di Richard Morrill in loro favore: non c’è stato plagio

Gwen Stefani e Pharrell Williams, il giudice smonta l’accusa di Richard Morrill in loro favore: non c’è stato plagio

L’accusa era che il pezzo collaborativo di Gwen Stefani e Pharrell Williams “Spark the Fire”, pubblicato nel 2014, fosse un plagio del brano “Who’s Got My Lighath”, uscita invece nel1996, del musicista – e in un’occasione anche parrucchiere della cantautrice statunitense – Richard Morrill. A citare in giudizio i due artisti è stato lo stesso Morrill, lo scorso anno, che ha spiegato di aver fatto sentire il suo pezzo a Stefani già negli anni Novanta, lamentando nello specifico il fatto che entrambi i brani contengono la rima “lighter” - “fire”, con una particolare pronuncia di quest’ultimo termine, una sorta di “fi-ya”.

Caricamento video in corso Link

Lo scorso 2 ottobre il giudice Dolly M. Gee ha sollevato gli autori di “Spark the Fire” – Stefani si è occupata dei testi e Pharrell della musica – da tutte le accuse, decretando che la pronuncia della parola “fire” “non dimostra somiglianza” e che la rima tra i due termini non può essere protetta dalle leggi a tutela del copyright – e questo nel caso di tutte e due le canzoni – perché “l’ultima parola nelle strofe di una canzone spesso fa rima”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.