J. Cole - la recensione di "KOD"

J Cole è uno dei pochi rapper della scena (ovviamente insieme a Kendrick Lamar) a uscire dalle classiche tematiche successo-droga-donne che domina l'hip-hop in questi anni, per raccontare cosa sta succedendo nella comunità afroamericana, capire quali sono le radici e provare a offrire delle soluzioni. “KOD” è un viaggio attraverso le dipendenze che mascherano le insicurezze, specialmente dei giovani rapper di successo: droga innanzitutto, ma anche denaro, social network, fama, alcool etc..

J. Cole è uno dei più dotati lyricist contemporanei e anche in questo suo quinto disco non si avvale di nessun features esterno, il che lo rende una mosca bianca della scena hip-hop.

La buona notizia è che non solo “KOD” è un ottimo disco di hip-hop, ma che, appena uscito, è balzato in prima posizione nella Billboard 200.

Leggi la recensione completa di "KOD" cliccando qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.