Natalino Otto, il profeta dello swing (1 / 11)

Natalino Otto, il profeta dello swing

Se lo swing italiano ha un nome, è quello di Natalino Otto, ovvero del ligure Natale Codognotto, morto prematuramente il 4 ottobre del 1969 a nemmeno 57 anni di età.

Fu la sua attività di cantante a bordo dei transatlantici che facevano rotta fra Europa e Stati Uniti a fargli conoscere il jazz e lo swing, e fu lui il primo a “importarli” in Italia, diventando popolarissimo e arrivando a pubblicare, fra il 1940 e il 1958, oltre ottocento dischi a 78 giri, collaborando in particolare con l’orchestra di Gorni Kramer.

Nell’impossibilità di scegliere con un criterio di qualità fra questa sterminata produzione, ci siamo affidati alla popolarità dei titoli, dei quali vi proponiamo i più celebri.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.