Hip Hop Weekly: la settimana della scena hip hop secondo Hotmc. VIDEO

Hip Hop Weekly: la settimana della scena hip hop secondo Hotmc. VIDEO

Il fatto della settimana: Tornano i Black Star (o forse no)

I Black Star, americani, sono un duo formato dal rapper e attore Mos Def (oggi noto come Yasiin Bey) e dal rapper Talib Kweli. Esattamente vent'anni fa, nel 1998, pubblicarono l'album “Mos Def and Talib Kweli are Black Stars”, universalmente considerato un capolavoro, che diede il via nel migliore dei modi alle carriere di entrambi. Il loro sodalizio, però, si sciolse con la pubblicazione di quel disco: nonostante l'amicizia e le sporadiche collaborazioni, non tornarono più a incidere un intero progetto insieme. Una decina di giorni fa Yasiin, che negli ultimi anni si è fatto ricordare più per le sue battaglie civili

Caricamento video in corso Link

e per i suoi comportamenti bizzarri che per la sua produzione musicale o cinematografica, si trovava a Denver, ospite del dj set di Madlib, uno dei più importanti produttori hip hop del mondo. A un certo punto ha afferrato il microfono e ha annunciato l'uscita di un nuovo album dei Black Star, in arrivo nel 2018 e prodotto proprio da Madlib. Le speranze di milioni di fan nel mondo si sono improvvisamente riaccese, senonché a raffreddare gli animi ci ha pensato Talib Kweli, l'altra metà del duo. Intervistato quattro giorni fa, all'esplicita domanda del giornalista ha risposto di non saperne nulla: “L’ho scoperto nello stesso modo in cui lo avete scoperto voi: su Internet” ha commentato, spiegando che l'idea di lavorare con Madlib era nell'aria da anni, ma che non c'è mai stato nulla di concreto in cantiere. “Non è che ne abbiamo parlato e ci siamo accordati” ha aggiunto. “Quando l'annuncio è stato fatto ero in aereo, e quando sono atterrato e l'ho scoperto ho detto tra me e me ‘Oh, okay. Ora dobbiamo solo farlo succedere'”. Peccato.

Il personaggio della settimana: Mosé COV

All'anagrafe Mussie Tesfay, Mosé COV è un rapper con genitori eritrei, ma cresciuto a Milano nelle case popolari del quartiere Maciachini. Nell'ultimo periodo si è fatto notare per il remix di “Tutto il mondo è quartiere” di Ensi, ma soprattutto grazie all'ottimo singolo “L'ombra di Londra”, una sorta di inno urbano dedicato a una ragazza emigrata in Inghilterra. Intervistato da Hotmc ha dichiarato che nonostante abbia scelto di lavorare con un produttore specializzato in musica techno ed elettronica (Fulvio Ruffert), si sente saldamente legato alle radici del rap e dell'hip hop, a differenza di molti altri suoi colleghi che preferiscono identificarsi con il sottogenere della trap: “Iniziare ad etichettare, dire roba tipo 'faccio trap', non mi interessa: è rap, punto. (…) È  giusto che si dica così e che si rispetti seriamente questa musica e quello che ha dato, anche perché è indubbiamente il genere più importante degli ultimi dieci anni. Poi se c'è chi si mette a dire in un’intervista 'Io non sono un rapper, non c’entro con i rapper' (…) lo dice solo per provocare, per attirare attenzioni, per creare quell’immagine iconoclasta da rockstar”.

Il video della settimana: Drimer - “Noi non vi vogliamo”

In un periodo in cui molti si lamentano del fatto che il rap non veicoli più i contenuti impegnati di una volta, ci pensa il giovanissimo Drimer a cambiare le cose: sulle battute finali della campagna elettorale, infatti, ha pubblicato un video che si scaglia violentemente contro le politiche proposte dalla coalizione di centrodestra, rievocando gli ultimi decenni del parlamento italiano. Curiosamente, trattandosi di un ragazzo di vent'anni o poco più, a molti di questi eventi non ha testimoniato di persona (trovate l'analisi completa del testo su Hotmc).

Caricamento video in corso Link

 

Marta Blumi Tripodi (Hotmc)

Questa notizia è stata realizzata per Rockol da Hotmc. Hotmc.com è il più longevo web magazine italiano sulla cultura hip hop e la musica urban: fondato nel 1998, festeggia quest'anno i vent'anni ininterrotti di attività. La redazione segue quotidianamente le vicende che riguardano la scena hip hop italiana e estera, nonché tutte le varie ramificazioni della musica black, con interviste, recensioni, news e approfondimenti su rap, R'n'B, reggae, writing, breakdance, djing, attualità, cinema, fumetti e moda.

Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.