Il processo si avvicina: LaToya Jackson difende Michael

Il processo si avvicina: LaToya Jackson difende Michael
Il processo che vede imputato Michael Jackson si avvicina, e dichiarazioni e notizie iniziano a fioccare. LaToya Jackson, che in simili circostanze una decina d’anni fa fece intendere di non essere del tutto convinta dell’innocenza del fratello, stavolta si schiera apertamente dalla sua parte. Intervistata nel corso del programma TV statunitense “20/20”, LaToya ha affermato: “Voglio bene a mio fratello. Michael è una delle persone più dolci che possano esserci sulla Terra. E’ un incompreso. E’ solo che è così lontano dal mondo esterno, e non riesce a capire come la gente lo veda. E’ una cosa triste”. LaToya (Gary, Indiana, 29 maggio 1956) ha inoltre riferito che la gente non comprende i motivi per i quali il fratello passa il suo tempo con i bambini. “Ama i bambini, ma la gente non la prende per il verso giusto ed ora i risultati si vedono”. La prima udienza ufficiale è fissata per il prossimo 31 gennaio.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.