Tom Petty è morto per "overdose accidentale", spiegano i famigliari

Tom Petty è morto per "overdose accidentale", spiegano i famigliari

La moglie e figlia di Tom Petty, Dana e Adria Petty, hanno spiegato con una dichiarazione pubblica che il cantantevenuto a mancare, a 66 anni, lo scorso 2 ottobre è deceduto per una overdose di un mix letale di farmaci antidolorifici.

Petty, spiegano i famigliari, aveva saputo lo stesso giorno in cui sarebbe morto che la sua anca fratturata era peggiorata, e soffriva di enfisema, oltre che di problemi alle ginocchia. Gli erano stati prescritti diversi farmaci e aveva, nonostante tutto, portato a termine un tour da 53 date. 
"Crediamo che il dolore fosse arrivato ad essere insopportabile", scrivono le due. Poi chiedono attenzione al problema della dipendenza generata da farmaci oppiacei (i cosiddetti "painkillers"), che negli ultimi anni è arrivata ad diventare una vera e propria un'emergenza nazionale.

"Vi ringraziamo per il rispetto alla memoria di un uomo davvero grande, nel suo tempo sulla terra, sia in pubblico che in privato - e per rispettare la nostra necessità di privacy", concludono moglie e figlia.

Ecco il testo completo della dichiarazione:

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.