Da riscoprire: la storia di "Blackstar" di David Bowie

Da riscoprire: la storia di "Blackstar" di David Bowie

Il 10 gennaio del 2016, arriva la notizia della morte di David Bowie. Due giorni prima è stato pubblicato “Blackstar”. Nessuno sapeva che era malato. Il mondo della musica viene colto di sorpresa. In quel momento appare chiaro che quel disco è il suo lavoro dell’addio. Ma le apparenze non sono necessariamente evidenze fattuali, anzi. Una sola cosa è certa: “Blackstar” è un capolavoro. La stampa e la critica, che hanno sentito il disco, lo scrivono da settimane. E anche i fan sono già conquistati. 
 

GUARDA LA PAGINA DEDICATA A DAVID BOWIE E PRE-ASCOLTA GLI ALBUM CHE PREFERISCI

Ma la storia del disco è molto più complessa: è facile ma riduttivo ridurla ad una storia da “canto del cigno”. Il regista Johan Renck, nel documentario postumo "The last five years,” raccontò che Bowie ebbe la notizia che la sua malattia era terminale a lavorazione del disco già iniziata. A quel punto, le canzoni e le frasi (come "Look up here, I'm in heaven” di “Lazarus” ) erano già state scritte se non incise. 

Blackstar” è sicuramente un disco sulla mortalità e sul tempo che passa: ma il tema non era certo nuovo, a Bowie. Nel 2013 era tornato sulle scene all’improvviso, dopo un decennio di lontananza.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE DI "BLACKSTAR" SUL SITO DI LEGACY​

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.