Ke$ha - la recensione di "Rainbow"

Ke$ha - la recensione di "Rainbow"

"Rainbow" è il nuovo album in studio di Kesha e arriva a ben cinque anni di distanza dal precedente, "Warrior". Uscita sconfitta dalla battaglia legale che negli ultimi tre anni l'ha vista scontrarsi in tribunale con il suo produttore, Dr. Luke, accusato di aver abusato di lei sessualmente e psicologicamente, la cantante statunitense racconta la sua rinascita. E lo fa guardando alle sonorità crude, spigolose e genuine del country, del folk e del rock'n'roll: tra gli ospiti ci sono anche gli Eagles of Death Metal e Dolly Parton.

È un disco bello incazzato, il nuovo di Kesha, soprattutto nello spirito, nel mood: è un canto di rabbia. Sincero, onesto, crudo e spigoloso: ai suoni artificiosi e manipolati dell'elettropop ha preferito quelli più genuini e sporchi del folk, del country e del rock.
Il lavoro di riposizionamento per ora sembra buono: bisognerà vedere se i numeri saranno dalla sua parte e se la sua carriera proseguirà dritta senza subire altre deviazioni. Lei, ne siamo sicuri, ce la metterà tutta: "Do your worst, 'cause nothing's gonna stop me now", canta in "Let 'em talk". "Fai pure del tuo peggio, tanto adesso non c'è nulla che mi possa fermare".

 

Leggi la recensione completa di "RAINBOW" cliccando qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.