Billy Bragg, una nuova canzone contro Trump

Billy Bragg, una nuova canzone contro Trump

Il cantautore inglese Billy Bragg si scaglia ancora contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Lo scorso gennaio aveva rielaborato il testo di “The times they are a-changin’” di Dylan, trasformandolo in “The times they are a-changin’ back”. Ora ha pubblicato una nuova canzone, la prima di una serie "come reazione e risposta ai recenti eventi".

Si intitola "The sleep of reason", è ispirata dall'opera di Goya "Il sonno della ragione genera mostri", esposto a Madrid, che viene anche parzialmente mostrato nel lyric video:

Caricamento video in corso Link

Il cantautore ad agosto sarà in concerto in Italia per tre live che Bragg: il 5 agosto al Carroponte di Sesto San Giovanni (Mi), il 6 alla Corte degli Agostiniani a Rimini e, infine, il 7 agosto al Teatro Arena Conchiglia di Sestri Levante (Ge).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.