Slowdive - la recensione di "Slowdive"

Slowdive - la recensione di "Slowdive"

Tra le band del movimento shoegaze, gli Slowdive hanno rappresentato, nella loro breve vita artistica, la corrente più romantica, quella maggiormente legata a un universo pop visionario e decadente, senza dimenticare intrecci chitarristici ipnotici e un certo gusto per la malinconia. Una formula fascinosa che ritorna dopo due decadi con il nuovo eponimo "Slowdive", perché in fondo nulla è davvero cambiato.

Tra voli onirici, distorsioni e riverberi, il nuovo “Slowdive” resta ben saldo su un modello già tracciato ma ancora evocativo e appassionate, con un carico di pathos che sembra non concedersi pause.

Leggi la recensione completa di "SLOWDIVE" cliccando qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.