Quando Elvis Costello fece morire dal ridere Bruce Springsteen

Quando Elvis Costello fece morire dal ridere Bruce Springsteen

Elvis Costello a venti anni, nel 1974, si sposò con Mary Burgoyne, dalla loro unione nacque Matthew. La loro unione però non durò molto, nel 1978 erano già in crisi ma decisero comunque di fare un viaggio a Nashville insieme. Nashville è la risaputa capitale della musica country. Elvis per l’occasione aveva acquistato due camicie uguali con motivi floreali e due cappelli da cowboy. Lei era ancora bella da morire – ricorda il musicista inglese nella sua ottima autobiografia “Musica infedele & inchiostro simpatico” – e così vestiti si recarono, ospiti della Columbia Records, all’Auditorium comunale della città del Tennessee.

 

All’Auditorium di Nashville quella sera era in programma un concerto di Bruce Springsteen che da non molto aveva pubblicato il suo quarto album, “Darkness on the edge of town”. Dopo il concerto Costello e signora si recano nel backstage per salutare il Boss. Questo è il racconto riportato nel libro: “Bruce fu gentile e quando ci vide agghindati in stile Nashville rise a crepapelle…Non sapevo bene come dirlo, ma sul palco canzoni come “Badlands” erano venti volte più potenti. Al confronto, il suo nuovo album sembrava fosse stato missato con il cotone nelle orecchie. Bruce sembrava cercare qualcosa che il suo studio non era in grado di dargli. Mi chiese come fossi riuscito a dare a “My aim is true” il suono che aveva. Gli risposi onestamente: ‘Non avevamo un soldo’.”

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.