Francesco Gabbani: va bene "Occidentali's karma", ma io preferivo "Amen"

Francesco Gabbani: va bene "Occidentali's karma", ma io preferivo "Amen"

Domenica sera, sul tardi, Dagospia ha segnalato l'esistenza di un'ennesima parodia di "Occidentali's Karma", quest'ultima intitolata "Omosessuali's Karma" (se volete la trovate qui).
La parodia, si sa, è sintomo di successo; e di parodie di "Occidentali's karma", in questi 30 giorni trascorsi dalla vittoria sanremese di Francesco Gabbani, ne sono uscite a decine, alcune azzeccate, molte meno. E domenica sera, guardando l'ultima della serie, mi sono reso conto che - curiosamente - il video "vero", quello di Francesco Gabbani, non l'avevo mai visto - così ho rimediato alla mancanza.
Già che c'ero, mi sono rivisto anche il video di "Amen", la canzone con cui Gabbani ha vinto Sanremo l'anno scorso, nelle Nuove Proposte.


E ho ripensato quello che avevo già pensato ascoltando per la prima volta "Occidentali's Karma": e cioè che "Amen" - secondo me - è una canzone migliore di "Occidentali's karma".


Ora: chi vince ha sempre ragione, e il successo clamoroso di "Occidentali's karma" sta qui a dire che la canzone funziona benissimo, e certamente ha funzionato più di "Amen". E mi fa piacere che abbia ottime chances di far bella figura all'Eurovision Song Contest.
Ma fatta la tara alle questioni di gusto personale, e ribadita la mia stima per Fabio Ilacqua, che è autore dei testi di entrambe le canzoni, rimango del mio parere: e cioè che la forza, l'impatto, la tensione civile delle parole di "Amen" (andate a rileggervi il testo qui) siano ampiamente superiori a quelle delle parole di "Occidentali's karma" (il testo lo trovate qui).

Basterebbe questa strofa:

Gesù si è fatto agnostico, i killer si convertono
qualcuno è già in odor di santità;
la folla è in coda negli store dell'inutilità,
l'offerta è già finita, amici, andate in pace

in cui sagacemente Ilacqua paragona le code fuori dagli Apple Store alle code per la Comunione durante la Messa, per apprezzare come merita la  gentile ferocia che rende il testo di "Amen" diverso, e superiore, a quello pur lessicalmente ricco e fitto di rimandi di "Occidentali's karma" (con buona pace di Desmond Morris e dei suoi complimenti).


E anche la musica e l'arrangiamento di "Amen" mi pare abbiano più forza, siano più robuste e più convincenti di quelli di "Occidentali's karma" - arrangiamento, peraltro, meravigliosamente funzionale al brano, sia nella versione per l'orchestra sanremese (con il suo richiamare, consciamente o no, l'immortale "La notte vola" di Lorella Cuccarini) sia nella versione del disco, e del video.
E allora, si starà chiedendo qualcuno?
E allora niente: mi piacerebbe sapere se sono il solo a pensarla così, o se c'è qualcuno là fuori che condivide la mia opinione. Che nulla toglie ai meriti di Francesco Gabbani, di Fabio Ilacqua e di Luca Chiaravalli, s'intende. Ma che, mal che vada, vuole almeno essere un invito a andarvi a riascoltare "Amen", perché ne vale la pena.
(fz)

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.