Edless - la recensione di "BELOTUS"

Edless - la recensione di "BELOTUS"

“Be lotus my friend”. E’ da questa casuale storpiatura di una frase ai piu` nota che nasce il titolo del nuovo EP dei milanesi Edless, “Belotus”. Non e` la prima volta che la band utilizza il nome di un fiore per rappresentare il proprio progetto artistico: nel 2014, infatti, era toccato all’aconitum (“Aconite”), e alla sua simbologia ambivalente secondo la mitologia classica, esprimere il tema centrale dell’eterna lotta tra luce e oscurità` presente da sempre nella produzione del quintetto milanese. In tale conflitto, il loto esprime un ideale punto di arrivo, essendo considerato un simbolo di purezza, di rigenerazione spirituale e di consapevolezza della propria natura e della propria capacita` di non farsi contaminare dalle “lordure” di questo mondo (rappresentate metaforicamente nell’artwork dal pesce che risale minacciosamente la corrente). “Belotus" e` stato registrato per la maggior parte in presa diretta con tutti i musicisti che suonano insieme nel rispetto della vera tradizione indie-tronic. L'elettronica prende vita mettendosi a disposizione della performance reale del musicista e si fonde con il rock.

Partono come band alternative, evolvono presto portando il suono verso territori più elettronici. Nel 2014 pubblicano “Aconite”, il primo EP. Più sperimentazione e ancora elettronica. Passano due anni ed eccomi arrivare al punto. “Belotus” è il secondo EP di casa Edless, una band che a ragion veduta sta portando avanti un discorso sul proprio suono in modo a mio avviso intelligente...

Leggi la recensione completa di "BELOTUS" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.