Justin Bieber: rapine a mano armata e corse in macchina per sfuggire alla polizia, è uscito il video di 'Let me love you' (ma è tutto finto) - GUARDA

Justin Bieber: rapine a mano armata e corse in macchina per sfuggire alla polizia, è uscito il video di 'Let me love you' (ma è tutto finto) - GUARDA

Corse in macchina per far perdere le proprie tracce ai poliziotti, salti dai tetti dei palazzi, pioggia di banconote e rapine a mano armata: è tutto così il video di "Let me love you", il singolo di Dj Snake realizzato insieme alla popstar canadese. La clip è diretta da James Lee e ha per protagonista una coppia di ragazzi, una versione moderna di Bonnie & Clyde. In realtà, alla fine del video si scopre che tutta la storia non è altro che un videogioco in virtual reality:



"Let me love you" è contenuta all'interno dell'ultimo album di Dj Snake, "Encore", uscito lo scorso settembre. Justin Bieber è attualmente impegnato con la branca europea del suo tour mondiale, che proseguirà anche il prossimo anno: il 18 giugno 2017 il cantante sarà in scena sul palco degli I-Days di Monza.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.