Silent Carnival - la recensione di "DROWNING AT LOW TIDE"

Il secondo album di Silent Carnival alias Marco Giambrone, arriva a due anni di distanza dall’omonimo esordio. Composto tra l’autunno del 2014 e l’estate del 2015, “Drowning at low tide” contiene composizioni che scorrono tra i solchi del folk più scuro, canzoni in forma libera, songwriting umbratile e litanie compassionevoli, atmosfere oniriche e spirituals soffocanti.  In questo secondo capitolo, prodotto, registrato e mixato da Carlo Natoli al Phantasma Recording Studio di Ragusa e masterizzato da Giovanni Versari a La Maestà di Tredozio, i testi sono spesso in prima persona e affrontano tutto il disagio, la frustrazione, l’inadeguatezza e la rabbia trattenuta. Musica come unica via di liberazione dai propri fantasmi interiori. Preziosi sono stati gli interventi dei musicisti-ospiti coinvolti: la voce ieratica di Carla Bozulich, la viola lancinante di John Eichenseer, i field recordings di Matteo Uggeri, il violoncello di Andrea Serrapiglio e la voce di Carlo Natoli.

Subito dopo aver fatto partire “Across the ocean” ho stoppato tutto e sono andato a recuperare “Silent carnival”, il primo album di Marco Giambrone (ex Marlowe e Nazarin), titolare unico del marchio Silent Carnival. Perché, se da una parte mi sono sentito in dovere di fare le cose per bene, documentandomi a modo, dall’altra ho trovato immediatamente una connessione più personale con il suo modo di fare musica; da amante del dark folk quale sono, trovarmi ad avere a che fare con un disco come “Drowning at low tide” non ha potuto che risvegliare il fan che è in me...

Leggi la recensione completa di "DROWNING AT LOW TIDE" cliccando qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.