Le arie d’opera dei Tre Tenori per il pubblico di Sanremo: Il Volo presenta la sua “Notte magica” su CD e DVD – VIDEOINTERVISTA

Le arie d’opera dei Tre Tenori per il pubblico di Sanremo: Il Volo presenta la sua “Notte magica” su CD e DVD – VIDEOINTERVISTA

Un souvenir del concerto del 1° luglio in Piazza Santa Croce a Firenze, un tributo ai Tre Tenori, un lasciapassare per portare una certa idea di made in Italy nel mondo. Il Volo ha presentato “Notte magica. A tribute to The Three Tenors”, doppio album dal vivo che nella versione deluxe contiene il DVD del concerto che andrà in onda in prima serata il prossimo 11 ottobre su Canale 5. Interpretando arie della “Turandot” o della “Tosca” il trio gioca fuori casa e nel parlare del disco Gianluca Ginoble, Ignazio Boschetto e Piero Barone ci mettono un pizzico di cautela. “Non vogliamo imitare i tre tenori, né vogliamo paragonare le nostre voci”, spiega Ginoble. “La nostra missione è avvicinare la gente della nostra età a questa musica. E in questo siamo unici. Negli anni ’50 erano i cantanti americani a imitare gli italiani. Oggi è il contrario, noi italiani quando fondiamo un gruppo gli mettiamo un nome inglese e il ‘The’ davanti. Noi no. Noi siamo Il Volo, non The Flight. Siamo orgogliosi d’essere italiani e di portare la nostra musica nel mondo”.

Nato da un’idea del manager del trio Michele Torpedine, “Notte magica” è una libera rievocazione del concerto del 1990 di Luciano Pavarotti, José Carreras e Placido Domingo alle Terme di Caracalla. I tre del Volo affermano di essere i primi ad avere reso omaggio ai Tre Tenori con la loro benedizione, più o meno: Domingo ha condotto con Marcello Rota le esecuzioni dell’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo e ha cantato “Non ti scordar di me”, partner del progetto è stata la Fondazione Pavarotti tramite Nicoletta Mantovani, “mentre José Carreras ci ha mandato il suo in bocca al lupo tramite Domingo”. Pubblicato in 55 paesi, con la Sony italiana come casa madre, “Notte magica” mette in fila un paio di classici di Broadway, canzone americana e napoletana, arie d’opera, più due bonus track che guardano al mercato natalizio, “Ave Maria, Mater misericordiae” e “Adeste fidelis”. “Molto era già nel nostro repertorio. Abbiamo dovuto studiare le arie nelle pause del tour, quando tornavano in Italia per brevi periodi”.

Barone ammette i limiti tecnici del trio: “Siamo troppo giovani per considerarci all’altezza di un interprete d’opera, dovremmo studiare come minimo 10 anni. Abbiamo dato il massimo di noi stessi e siamo consapevoli che tecnicamente non è il 100%, ma il 15 o il 20%, però il riscontro del pubblico c’è e Placido Domingo ci ha fatto complimenti perché abbiamo studiato per due mesi”. Aggiunge Ginoble: “Non pretendiamo di andare alla Scala o nei teatri d’opera, anche perché quello non è un pubblico esattamente vasto. Vogliamo portare questa musica presso il pubblico giovane, questa è la nostra missione”. E perché il pubblico dovrebbe sentire le vostre versioni, che dal punto di vista tecnico ed espressivo valgono il 20% di quelle dei veri cantanti d’opera? “Se non è un giovane a portare questa musica ai giovani, chi lo può fare? Sfruttando il successo di Sanremo vogliamo arrivare al pubblico di ‘Grande amore’”.

Intanto, due settimane fa, sono arrivati a quello della finale di “America’s got talent”. Barone: “Non siamo contrari ai talent, e del resto veniamo da un programma tv. Però all’estero i giudici sono grandi artisti che hanno venduto milioni di copie e sono famosi in tutto il mondo. In Italia a giudicare o stroncare a volte sono persone senza curriculum”. Ma il bel canto potrà mai sfondare nei talent? “È un genere snobbato per ignoranza. Poi vai in America e in finale trovi una ragazzina che canta l’opera”.

In mancanza di grandi autori in grado di scrivere canzoni adatte al trio – la caccia è aperta, dicono – Il Volo si aggancia all’immaginario dei Tre Tenori per portare all’estero una certa idea di made in Italy. Il tour americano del 2017 partirà in marzo dalla Radio City Music Hall di New York e toccherà dodici città. Sono in via di definizione date in Europa, America Latina, Giappone, Cina, Australia. Prima, in novembre, il trio farà quattro date in Brasile aprendo per Mariah Carey.

Il tour toccherà l’Italia per undici date tra il maggio e il giugno 2017, fra palasport, Arena di Verona (venduti 8000 per il 19 maggio, è stata aggiunta una seconda esibizione il 20) e Teatro Antico di Taormina (1, 3 e 4 giugno). La scaletta ricalcherà quella di Firenze e sarà uguale in tutto il mondo. “Proietteremo immagini di piazze italiane, vorremmo portare in America un’orchestra del nostro Paese, magari giovane. Insomma, vorremmo promuovere il made in Italy”. Questo progetto indica una direzione per i prossimi anni? Meno pop e più arie d’opera? “Questa è una parentesi”, dice Barone, “potrebbe durare un anno così come potrebbe durare tutta la vita”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
30 ago
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.