Associated Press: 'Prince è morto per un'overdose da oppioidi'

Associated Press: 'Prince è morto per un'overdose da oppioidi'

"Prince è morto per un'overdose da oppioidi": così scrive l'Associated Press, la prima agenzia di stampa internazionale, con sede negli Stati Uniti d'America. L'Associated Press ha citato quello che ha appreso da un funzionario delle forze dell'ordine, secondo il quale i test dimostrerebbero che il folletto di Minneapolis è morto di overdose da oppioidi. Il funzionario ha preferito rimanere nell'anonimato in quanto non autorizzato a parlare con i media. L'autopsia sul corpo di prince è stata effettuata lo scorso 22 aprile presso il Midwest Medical Examiners Office di Ramsey, in Minnesota, per mano della dottoressa A. Quinn Strobl. Secondo quanto dichiarato dall'istituto lo stesso giorno, raccogliere i risultati avrebbe richiesto diversi giorni e i risultati dell'esame tossicologico completo avrebbero richiesto addirittura settimane. Prince, lo ricordiamo, è stato ritrovato senza vita lo scorso 21 aprile nell'ascensore della sua casa a Minneapolis, a 57 anni.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.