What a clip! Alessandra Pescetta, video di musica italiana

What a clip! Alessandra Pescetta, video di musica italiana

di
Mila Berardini

Nata a Isola della Scala, vicino a Verona nel 1966, Alessandra Pescetta si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle arti di Venezia, in seguito studia danza e coreografia ed approfondisce gli studi in materia di cinema con Marco Bellocchio.
Il suo è un percorso multidisciplinare, segnato dalla continua ricerca di dialogo e di contaminazione tra le diverse espressioni artistiche nell’ambito del video.
Nel 2005 vince il Leone di Bronzo a Cannes per un film sociale sul tema dell’anoressia, “Crisalide” e a partire dal 2011 si concentra molto sull’aspetto cinematografico dirigendo cortometraggi e opere di videoarte che partecipano a molti festival.
Alessandra Pescetta si afferma nel tempo anche come regista di spot pubblicitari nazionali ed internazionali e videoclip di molti artisti italiani, tra i quali Elisa, Ligabue, Subsonica, Planet Funk, Elio e le Storie Tese, Articolo 31.
Uno dei primi lavori come regista di videoclip, risale al 1994, dove si cimenta nella regia del clip del brano “Sangue impazzito” dei Timoria. Singolo estratto dall'album “Senza vento”, la clip viene in seguito premiata al MEI come miglior videoclip degli anni '90.

Timoria “Sangue impazzito”



Nel 1996 siamo nel pieno fiorire della musica dance made in Italy e Alessandra Pescetta viene chiamata a dirigere la clip per il terzo singolo di esordio della cantante Alexia, dal titolo “Number one”. Atmosfere buie e tenebrose vedono la cantante incantenata ad una croce nei primi secondi del video.

Alexia “Number one”



Qualche anno dopo per la regista è il turno della band napoletana dei 99 Posse: l'album è “Corto circuito”, il singolo è “Quello che”, uno tra i più famosi di Meg e soci.

99 Posse “Quello che”



Nel 1999 Alessandra lavora assieme alla rock band aretina dei Negrita per il video di "Mama maè", il primo singolo estratto dal loro quarto album “Reset”.

Negrita “Mama maè”



Per i Subsonica e il videoclip di “Liberi tutti”, la regista crea una situazione piuttosto surreale: ci troviamo a lezione di chimica e l'arcigna professoressa interroga ad uno ad uno i propri studenti ad una partita a scacchi, giocata con strane pedine. Alla partita interviene il cantante dei Subsonica, che riesce a battere l'insegnante, liberando conseguentemente gli alunni.

Subsonica “Liberi tutti”


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.